TRUCCHI E SOLUZIONI

Casa condivisa con altri coinquilini: come pulire le aree comuni

LEGGI IN 2'

Condividere casa con altri coinquilini, che non fanno parte del proprio nucleo famigliare, può essere una scelta obbligata, magari per risparmiare un po' di soldi sull'affitto se si è lavoratori o studenti fuori sede. Talvolta, invece, è una decisione presa tra amici, che decidono di condividere spazi e spese, vivendo insieme. Come gestire però le pulizie degli spazi comuni se si condivide casa con altri inquilini? Se già tra famigliari organizzarsi è un'impresa, figuriamoci con persone che magari abbiamo appena conosciuto.

Quando si vive con altre persone al di fuori di un nucleo famigliare si tracciano linee ben definite tra spazi privati e spazi comuni. Nei primi nessuno può entrare se non con il permesso del diretto interessato: quindi ad esempio la propria camera da letto è off limits. Mentre nei secondi ci si può incontrare, si devono adottare regole per convivere in armonia, si devono rispettare le esigenze di tutti. E soprattutto bisogna organizzarsi per pulire gli spazi comuni. Spesso, infatti, è sempre un inquilino che si immola per tutti quando vede che la situazione sta degenerando.

Per vivere d'amore e d'accordo, ecco i nostri consigli per organizzare le pulizie di casa negli spazi comuni e garantire una sana e pacifica convivenza:

  • Per prima cosa bisogna definire quali sono gli spazi comuni e quali no.
  • Poi bisogna cercare di tenere in ordine queste zone della casa, per rispetto degli altri inquilini: non puoi lasciare il tuo cappotto in salotto o i resti del cibo nel lavandino, devi sempre sistemare.
  • Negli spazi comuni per avere sempre tutto in ordine si possono anche definire luoghi dove è consentito tenere cose personali: un appendiabiti per i cappotti, una scarpiera per le scarpe, uno spazio definito sulla mensola ad esempio per le chiavi.
  • In cucina meglio destinare a ogni persona un ripiano o una mensola, anche all'interno del frigorifero, così ognuno avrà il suo spazio personale.
  • Per pulire gli spazi comuni, meglio organizzare dei turni: stampa o realizza a mano un calendario e a turno ognuno, ogni settimana, deve fare la sua parte.
  • Inoltre prevedi un sostituto per ogni turno: se la persona è via, malata o non può occuparsi delle faccende assegnate, almeno non rimarrà tutto sporco. Poi ovviamente dovrà sdebitarsi con il "supplente".
  • Se si nota qualcosa di sporco o fuori posto, lo si può far presente al diretto interessato oppure per una volta chiudere un occhio e sistemare. 
  • Ricordati di tenere tutto il necessario a portata di mano, così chiunque può accedere agli strumenti e ai detergenti per la pulizia, senza trovare una scusa per saltare il suo turno.

L'importante è rispettare i turni. Oltre che rispettare le persone che abitano con te.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione