SCUOLA DI CUCINA

Cream tart con frolla sablè: come farla

LEGGI IN 2'

Si chiama cream tart e il suo nome è divenuto famoso da poco tempo, più precisamente da quando una brava blogger israeliana, Adi Klinghofer, ha messo in rete le foto delle sue creazioni, attirando l’attenzione del mondo intero. Il dolce segue il trend in continua ascesa delle naked cake, le torte che non hanno copertura e lasciano intravedere il ripieno.

Ma a differenza delle tradizionali naked, spesso molto elaborate e a più piani, la cream tart ha sì una serie di livelli, ma resta abbastanza bassa. Il motivo è da ricercare proprio nella tipologia di strati, che vede la pasta frolla come base e dei ciuffi di crema, quasi sempre al mascarpone, tra l’uno e l’altro, con un topping fatto sempre con crema e decorazioni di vario genere.

Nonostante sia un tipo di dolce molto scenografico, la cream tart non è complicata da fare, ma soprattutto la crema e la frolla possono essere preparate già il giorno prima dell’assemblaggio, rendendo più semplice e veloce la realizzazione. Per la frolla possiamo usare la ricetta che più ci aggrada, ma è preferibile puntare sulla sablè, molto più adatta.

La frolla andrà stesa in due teglie sagomate della stessa misura, ricordandoci che la cream tart è un tipo di dolce molto usato lettere e numeri. Questo perché la base biscottata è ideale per rendere visibili testi e cifre, cosa che rende le cream tart ottime per le feste di compleanno, quando il nome o l’età del festeggiato vogliamo che siano visibili.

Una volta cotta la frolla sablè, nell’attesa che si raffreddi, possiamo preparare la crema al mascarpone classica, che può anche essere sostituita da quella con Nutella o da una buona crema diplomatica al limone. A noi la scelta del ripieno, basta che sia della consistenza giusta per sostenere gli strati.

A questo punto, assembliamo il dolce, mettendo come base uno strato di frolla e aggiungendone un secondo di crema, messa nella sacca da pasticcere con beccuccio tondo. In pratica dovremo fare dei ciuffi di crema sopra cui adagiare il secondo strato di sablè e subito sopra altra crema e decori di fiori eduli, frutta, cioccolatini, macarons.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione

Questo sito utilizza cookie propri e di terzi per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzando le tue preferenze e offrendoti funzionalità e contenuti pubblicitari personalizzati, anche incrociando i tuoi dati con quelli provenienti da altre fonti. Se scegli di proseguire nella navigazione, chiudi questo banner o clicca su “ACCETTA”, esprimi il consenso all’installazione dei cookie. In alternativa, seguendo questo link , potrai leggere la nostra cookie policy per esteso, nonché decidere a quali specifici cookie prestare o revocare il tuo consenso.

Accetta