SALUTE E BENESSERE DEGLI ANIMALI

Cosa fare se il gatto è raffreddato e quando chiamare il veterinario

LEGGI IN 2'

Chi ha dei gatti sa che gli amici felini difficilmente mostrano le proprie debolezze, perciò capire quando non sono in forma può diventare complicato. Il micio, anche quando è coccolato con vitto e alloggio in casa, al riparo dai pericoli, resta istintivamente sia predatore sia preda, quindi si mostra impassibile anche quando ha i suoi acciacchi.

Ma ciò non significa che un proprietario attento non possa rendersi conto del fatto che il suo amico sta male. In caso di raffreddore, causato da virus e batteri e piuttosto frequente se Fuffy può scorrazzare all’esterno, i sintomi infatti sono molto simili alla patologia umana, sebbene gli agenti patogeni siano diversi, cosa che rende impossibile il contagio tra gatto e umano.

Se il gatto è raffreddato starnutirà, ma avrà anche gli occhi più lacrimosi e probabilmente anche un appetito ridotto. In genere il sistema immunitario di un gatto sano è in grado di debellare il problema nel giro di una settimana o due al massimo, ma in alcuni casi potrebbe essere necessario chiamare il veterinario.

In particolare, se il micio è inappetente, ha tosse, febbre costante e non accenna a migliorare nel giro di un paio di giorni, è preferibile portarlo a visita per sentire il parere di un esperto. È infatti possibile che un raffreddore curato male, possa degenerare, specie nei gattini o nei gatti anziani, o in mici con altre patologie, in polmonite.

Per questo motivo sta a noi umani tenere sotto controllo l’andamento della malattia e notare eventuali miglioramenti o invece dei peggioramenti. Come detto, il micio in genere riesce a debellare in autonomia il problema, ma sta a noi cercare di creare delle condizioni in casa per velocizzare la guarigione.

Di certo, se ci sono altri gatti in casa, cerchiamo di schermarli, in modo che il raffreddore non venga trasmesso. Al micio malato lasciamo più coperte nella sua zona, acqua sempre fresca per permettergli di bere e rinfrescare la gola e prevediamo una pulizia degli occhi con un panno inumidito dalla classica soluzione salina.

Nella stanza dove normalmente sosta, teniamo anche degli umidificatori, utili a rendere l’aria meno secca.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione