IN FORMA

Esercizi brucia grassi: quali sono i migliori da fare in casa

LEGGI IN 2'

La bella stagione ci invita a passare più tempo fuori di casa, ma anche a mostrare qualche strato di pelle in più, cosa che a volte può farci sentire a disagio. Se infatti abbiamo qualche centimetro di troppo che proprio non ci soddisfa, ci può risultare difficile scoprire gambe e braccia, o indossare capi che fasciano le zone che non ci piacciono.

Di certo, apprezzare le nostre forme è essenziale per vivere meglio, ma questo non significa che non si possa fare qualcosa per affinare la silhouette. Un buon proposito da rispettare è di fare i famosi diecimila passi al giorno, o comunque mettere al bando la pigrizia e camminare, magari in un bel parco cittadino, per stimolare il metabolismo e bruciare calorie.

A casa possiamo invece programmare dei piccoli circuiti di fitness con esercizi brucia grassi adatti anche ai principianti. È chiaro che l’ideale sarebbe farsi seguire da un personal trainer, ma piuttosto che niente, tanto meglio iniziare a fare qualcosa, sempre però muovendoci in sicurezza.

In linea di massima le attività a corpo libero, non troppo intense e prolungate, sono da preferire se proprio siamo fuori allenamento. Ma ciò non significa che non ci sia da sudare, anzi, sebbene un quarto d’ora al giorno possa sembrare pochissimo, la tipologia di esercizi che descriveremo qui di seguito, almeno inizialmente, potrebbero farci venire il fiatone.

Il primo esercizio da fare è il cosiddetto jumping jack, partendo da una posizione eretta con le mani lungo i fianchi e saltando per aprire le gambe e portare le braccia in alto in contemporanea. Un altro esercizio bruciagrassi è la corsetta sul posto, toccando i glutei con i talloni, a cui far seguire il plank, ottimo per irrobustire fascia addominale, dorsale e braccia.

Da non farci mancare anche gli addominali, bassi, alti e obliqui, gli affondi e gli squat, il tutto creando un circuito che possa comprendere tutti questi esercizi. La durata di ciascuno dovrà essere di trenta secondi, da moltiplicare per tre serie, dopo di che possiamo fare un po’ di stretching per un buon allungamento muscolare dopo lo sforzo.

Ci sentiremo più forti e in forma.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione

Questo sito utilizza cookie propri e di terzi per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzando le tue preferenze e offrendoti funzionalità e contenuti pubblicitari personalizzati, anche incrociando i tuoi dati con quelli provenienti da altre fonti. Se scegli di proseguire nella navigazione, chiudi questo banner o clicca su “ACCETTA”, esprimi il consenso all’installazione dei cookie. In alternativa, seguendo questo link , potrai leggere la nostra cookie policy per esteso, nonché decidere a quali specifici cookie prestare o revocare il tuo consenso.

Accetta