SPORT

Che differenza c’è tra bici a pedalata assistita e bici elettrica

L'e-bike è di grande tendenza: c'è chi la usa per percorrere lunghe distanze, magari in montagna, e c'è chi ha sostituito la vecchia bici semplicemente per andare al lavoro. Ma cosa significa pedalata assistita?
LEGGI IN 2'

Le biciclette elettriche sono diventate un sofisticato strumento di allenamento, molto utile e di gran moda, ma sono anche un comodo mezzo ed ecologico per spostarsi. Ma che differenza c’è tra bici a pedalata assistita e bici elettrica? In realtà, non c’è una vera e propria differenza, semmai esistono dei modelli di biciclette elettriche diversi.

Il termine pedalata assistita significa fondamentalmente che il motore si innesca o ti aiuta solo quando stai pedalando. Tutto ciò avviene grazie a un sensore, che può essere di coppia, e misura la forza con cui stai spingendo sui pedali e fornisce una quantità corrispondente di potenza. Poi c’è un sensore di cadenza, che rileva solo la rotazione dei pedali, non la pressione. I migliori sensori di coppia possono offrire un'assistenza più sottile rispetto all'opzione di pedalata assistita in stile cadenza. Tuttavia, un sistema di sensori di coppia mal progettato può sembrare "spugnoso" e non è molto piacevole da guidare. 

A quale velocità puoi andare? In linea con la normativa UE, il motore per l’e-bike ti aiuterà a raggiungere i 25 km/h. Se vuoi andare più veloce di così, il motore si spegnerà e avrai bisogno della pura potenza del pedale dalle tue gambe. Questo significa che se vuoi andare molto veloce, il motore elettrico non ti aiuterà. Ad esempio, le bici elettriche non forniscono assistenza in gara, che è uno dei tanti motivi per cui guidare una e-bike non è “barare”.

Ma se non corri, le e-bike potrebbero rendere la tua corsa più veloce. Questo perché rendono la pedalata senza sforzo, così non ti stanchi così rapidamente. E facilitano il mantenimento di una velocità costante e il ripristino della velocità dopo l'arresto, il che può ridurre i tempi di viaggio. Ma essenzialmente, le e-bike sono costruite per pedalare facilmente, non per battere i record di velocità.

In alternativa, ci sono bici con l’opzione acceleratore, che innesta il motore indipendentemente dal fatto che tu stia pedalando o meno. È interessante notare, però, che le biciclette elettriche in Europa non possono avere acceleratori e quindi devono essere tutti modelli a pedalata assistita. Tuttavia, in Nord America è legale, quindi molte bici sono in realtà dei mini-scooter.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione

Questo sito utilizza cookie propri e di terzi per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzando le tue preferenze e offrendoti funzionalità e contenuti pubblicitari personalizzati, anche incrociando i tuoi dati con quelli provenienti da altre fonti. Se scegli di proseguire nella navigazione, chiudi questo banner o clicca su “ACCETTA”, esprimi il consenso all’installazione dei cookie. In alternativa, seguendo questo link , potrai leggere la nostra cookie policy per esteso, nonché decidere a quali specifici cookie prestare o revocare il tuo consenso.

Accetta