GRAVIDANZA

Sport col pancione

LEGGI IN 2'

Fare attività fisica in gravidanza

Fare sport in gravidanza è possibile? La risposta non è negativa in assoluto, tutto dipende dal tipo di sport e dalle abitudini della futura mamma. Se sei sempre stata una sportiva non sei obbligata a smettere improvvisamente ogni attività: è necessario valutare di volta in volta.

Gli sport da evitare

La lista nera degli sport  per le donne in gravidanza è presto fatta e comprende tutti quegli sport che prevedono movimenti bruschi e potenzialmente traumatici, quegli sport in cui le cadute sono all'ordine del giorno come ad esempio lo sci, l'equitazione, l'atletica e le arti marziali. Meglio evitare anche gli sport di squadra come pallavolo e basket che possono facilmente portare al contatto fisico.

Respirazione e muscolatura

Via libera invece a tutti quegli sport che hanno come diretta conseguenza un miglioramento della respirazione, che sarà un fattore importantissimo durante il parto. Solitamente, in una sorta di benefico effetto a catena, un'attività che migliora la respirazione insegna a controllare e ad alleviare anche le tensioni muscolari. Questo circolo “virtuoso” si attiva soprattutto con alcuni attività, che sono le più indicate per le donne in gravidanza: innanzitutto lo yoga, una disciplina dolce, nella quale non esiste una prestazione “assoluta” ma solo risultati che vanno tarati sulle proprie capacità. Esistono corsi di yoga dedicati alle donne in gravidanza ma chi pratica da tempo e ha una certa esperienza potrà proseguire semplicemente rendendo l'attività meno intensa ed evitando le posizioni di equilibrio.

Il nuoto

Di solito si sconsiglia di cominciare un nuovo sport durante i nove mesi di attesa: fa eccezione il nuoto. Le attività in piscina, dal nuoto libero a quelle più dolci, sono addirittura raccomandate alle future mamme, anche alle più sedentarie che non avevano affatto una vita sportiva prima di rimanere incinte. L'acquagym, dei quali esistono numerosi corsi specifici, è la soluzione più gettonata e mirata. Troverai altre donne nella tua condizione: e anche eventuali difficoltà nel fare gli esercizi potrebbero essere comprese e condivise, non sentirti mai giudicata! 

Qualche attenzione in più

È buona regola non condurre l'attività fisica “in solitaria”, ma in una struttura con del personale specializzato che sappia consigliare le attività migliori e più adatte alla tua condizione. Se ti senti affaticata riposati subito: cercare la prestazione della vita non è certo l'obiettivo del momento! Puoi monitorare il tuo battito cardiaco per non rischiare di strafare, ma non ti spaventare se è un poco più frequente di quello che pensavi: tieni presente che durante la gravidanza è comunque accelerato.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione

Ogni giorno un nuovo trucco!

Vieni su Instagram per scoprire curiosità, trucchi per la tua casa e molto altro.

Cosa ne pensi?
INVIA
o Registrati a DonnaD per commentare.

Questo sito utilizza cookie propri e di terzi per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzando le tue preferenze e offrendoti funzionalità e contenuti pubblicitari personalizzati, anche incrociando i tuoi dati con quelli provenienti da altre fonti. Se scegli di proseguire nella navigazione, chiudi questo banner o clicca su “ACCETTA”, esprimi il consenso all’installazione dei cookie. In alternativa, seguendo questo link , potrai leggere la nostra cookie policy per esteso, nonché decidere a quali specifici cookie prestare o revocare il tuo consenso.

Accetta