POLLICE VERDE

Come curare lo spatifillo: 9 consigli per coltivarlo

LEGGI IN 2'

Curare lo spatifillo è piuttosto facile. Questa pianta di appartamento rientra tra quelle che purificano l’aria e fa parte della famiglia delle Aracee, la stessa dell’anthurium.

Lo spathiphyllum (nome scientifico) è originario dell’America del Sud e presenta un fiore simile a un cilindro (spadice) circondato da una foglia che ha cambiato colore (brattea denominata spata).

Se questa comincia a diventare verde chiaro, in genere indica che il fiore si accinge ad appassire.

Lo spatifillo comunemente viene chiamato anche spatafillo, pianta cucchiaio o giglio della pace.


Come curare lo spatifillo: 9 consigli utili per coltivarlo
1) Nel terriccio, puoi aggiungere un po’ di torba;

2) Preferibilmente, posiziona lo spathiphyllum in un punto luminoso che, però, non sia colpito dai raggi diretti del sole, soprattutto nelle ore più calde;

3) Per curare lo spatifillo, annaffialo di modo che il terreno sia sempre umido, ma non troppo pregno di acqua. Evita, infatti, i ristagni idrici;

4) Per la coltivazione di questa pianta da interni, è importante assicurare l’umidità. Perciò, metti dell’argilla espansa, della graniglia o della ghiaia in un sottovaso e aggiungi pochissima d’acqua. Così, da una parte, questa evapora e, dunque, mantiene l’ambiente umido; dall’altra, con il materiale inerte, le radici non toccano direttamente l’acqua e, perciò, non rischiano di marcire;

5) Per lo stesso scopo, il mantenimento dell’umidità, puoi anche fare delle vaporizzazioni sulle foglie;

6) Nella bella stagione, puoi effettuare una concimazione mensile;

7) Nello stesso periodo, valuta di portare la pianta all’esterno;

8) Per curare lo spatifillo, periodicamente pulisci le foglie con un panno umido. Inoltre, abbi cura di eliminare quelle appassite;

9) Puoi anche coltivare lo spatafillo con il sistema dell’idrocoltura

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione

Ogni giorno un nuovo trucco!

Vieni su Instagram per scoprire curiosità, trucchi per la tua casa e molto altro.

Cosa ne pensi?
INVIA
o Registrati a DonnaD per commentare.

Questo sito utilizza cookie propri e di terzi per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzando le tue preferenze e offrendoti funzionalità e contenuti pubblicitari personalizzati, anche incrociando i tuoi dati con quelli provenienti da altre fonti. Se scegli di proseguire nella navigazione, chiudi questo banner o clicca su “ACCETTA”, esprimi il consenso all’installazione dei cookie. In alternativa, seguendo questo link , potrai leggere la nostra cookie policy per esteso, nonché decidere a quali specifici cookie prestare o revocare il tuo consenso.

Accetta