IN FORMA

Benefici dell’attività fisica: siamo sedentari senza saperlo?

LEGGI IN 2'

I benefici dell’attività fisica riguardano il corpo e lo spirito: quali sono nello specifico? Tendiamo a sopravvalutare il nostro movimento, ma siamo sedentari? Approfondiamo le ricadute positive di uno stile di vita dinamico e i dati.

Benefici dell’attività fisica: quale movimento e per chi?
Innanzitutto, chiariamo un punto. Se diciamo attività fisica, subito pensiamo allo sport e alle sessioni di allenamento estenuanti, ma il termine si riferisce al movimento in generale con uso di energia. Quindi, anche il giardinaggio, le faccende domestiche, la danza e i giochi sono delle attività fisiche. Queste possono essere moderate come le pulizie in casa e la camminata veloce o intense come la corsa e le pedalate veloci. 

Il movimento, dunque, sembra essere più uno stile di vita che soltanto una serie di esercizi noiosi: l’invito è ad inserirlo gradualmente nelle nostre giornate cercando di moltiplicare le occasioni per muoversi, ad esempio preferendo gli spostamenti a piedi a quelli in macchina e le scale all’ascensore.

Tuttavia, come possiamo intuire, chi ha dei problemi particolari e alcune categorie di persone, come le donne in dolce attesa, devono prestare più attenzione e chiedere consiglio agli esperti per fare delle attività fisiche adeguate.

Benefici dell’attività fisica: quali sono?
Come l’Organizzazione Mondiale della Sanità, il Ministero della Salute puntualizza gli effetti positivi dell’attività fisica:

  • miglioramento del benessere muscolare e cardiorespiratorio;
  • miglioramento della salute funzionale e delle ossa;
  • diminuzione del rischio di ictus, diabete, ipertensione, malattie cardiache coronariche, depressione, alcune tipologie di tumore (ad esempio al seno e al colon);
  • diminuzione del rischio di cadute e fratture delle vertebre e dell’anca;
  • funzionalità per il controllo del peso e l’equilibrio energetico.


Benefici dell’attività fisica: siamo sedentari senza saperlo?
Secondo le stime, in Italia, «l’inattività è responsabile del 14,6% di tutte le morti»; inoltre, si stima che, se l’attività fisica aumentasse, ci sarebbe un risparmio di oltre 2 miliardi di euro per il Servizio sanitario nazionale.

Quanto alla pratica, «quasi 1 bambino su 4 dedica al massimo un giorno a settimana (almeno 1 ora) allo svolgimento di giochi di movimento». Tra i ragazzi, aumenta il numero di quelli che praticano attività fisica come pure il numero di quelli che passano 3 ore o più al giorno con i dispostivi elettronici. E solo metà degli adulti possono dirsi fisicamente attivi. 

Rientriamo anche noi nella quota dei sedentari? Per saperlo, scopri qui quanta attività fisica bisognerebbe fare a settimana.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione

Ogni giorno un nuovo trucco!

Vieni su Instagram per scoprire curiosità, trucchi per la tua casa e molto altro.

Cosa ne pensi?
INVIA
o Registrati a DonnaD per commentare.

Questo sito utilizza cookie propri e di terzi per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzando le tue preferenze e offrendoti funzionalità e contenuti pubblicitari personalizzati, anche incrociando i tuoi dati con quelli provenienti da altre fonti. Se scegli di proseguire nella navigazione, chiudi questo banner o clicca su “ACCETTA”, esprimi il consenso all’installazione dei cookie. In alternativa, seguendo questo link , potrai leggere la nostra cookie policy per esteso, nonché decidere a quali specifici cookie prestare o revocare il tuo consenso.

Accetta