PULITO IN 7 PASSI

Fai brillare i metalli

LEGGI IN 3'

Pulizia del rame

Il rame è un materiale delicato e devi prestare molta attenzione alla sua pulizia e alla lucidatura. Per quanto riguarda le pentole di rame, l’attenzione deve essere ancora maggiore, per evitare la formazione del verderame.
Per procedere alla pulizia degli oggetti in rame è sufficiente lavarli con acqua e sapone, sciacquare e asciugare con un panno. Se il prodotto è al primo lavaggio, prima di utilizzarlo, deve essere immerso nell’acqua calda, e lasciato a bagno fino al completo raffreddamento dell’acqua.

Come lucidare?

In commercio sono presenti numerosi prodotti per la lucidatura del rame. Semplici ed efficaci che garantiscono ottimi risultati. Ma l’alternativa è utilizzare metodi naturali da sempre usati e tramandati nelle generazioni quando prodotti commerciali non esistevano.
Il metodo naturale più diffuso è mescolare il sale con l’aceto e la farina o in alternativa l’aceto con il succo di limone. Una volta ottenuto questo mix, bagna uno straccio o una spugnetta non abrasiva e strofina tutta la superficie in modo omogeneo. L’azione deve essere prolungata perché sia efficace. Infine, un risciacquo accurato e l’asciugatura torneranno a far brillare il rame.

Anche se si usano prodotti specifici e sicuri, il consiglio è di lavare comunque gli oggetti di rame con acqua saponata. Il lucido del rame ne otterrà sicura longevità.
Le macchie provocate dalla corrosione possono essere eliminate sempre usando il mix di aceto e sale oppure in alternativa con il succo di limone. Se sono presenti delle bruciature sul fondo della pentola, l’ideale è una polvere abrasiva a grana fine.

Pulire e lucidare l’ottone

L’ottone è una lega formata da rame e zinco, cha ha sempre trovato largo utilizzo. Lo si trova in maniglie, serrature, corrimano e in molte altre cose. Se l’ottone si presenta a macchie, si può procedere alla sua pulizia usando acqua saponata molto calda e successivamente si potrà passare alla lucidatura.
Un sistema ancora più semplice, utilizzabile soprattutto per piccole superfici o zone che si raggiungono difficilmente, è di sfregare una fetta di limone, precedentemente bagnata in aceto caldo salato. La pulizia sarà ottima ma per la lucidatura dovrai utilizzare altri metodi.

Per prenderti cura della lucidatura dell’ottone basta utilizzare i prodotti che si trovano in commercio. Ce ne sono di molti tipi e adatti allo scopo. 

Se l’ottone è verniciato, il consiglio è di limitarsi a spolverare e a lavare con acqua saponata tiepida. Non serve farlo spesso ma, ogni volta, ricorda di asciugare con cura. Se la vernice si dovesse rovinare, sarà necessario usare l’acetone e rimuoverlo totalmente. Sarà poi opportuno rivolgersi ad un esperto per la necessaria riverniciatura.

Pulizia dell’argento

Anche per la pulizia dell’argento e dei metalli argentati utilizzeremo procedure simili a quelle affrontate finora. Ottimi sono i liquidi cremosi appositi che si distribuiscono uniformemente sulla superficie da lucidare con un batuffolo di cotone.
Lascia quindi asciugare la superficie trattata e strofina con un panno morbido finché non saranno eliminati tutti i residui. Lava quindi l'oggetto con acqua e sapone e risciacqua sotto l'acqua corrente per ogni traccia di prodotto.

Come proteggere l’argento

Purtroppo l’argento è un metallo che si ossida molto facilmente, per questo sono necessarie alcune attenzioni che permettono di proteggerlo in modo più efficace. Specialmente se l’oggetto ha parti incise o intagliate è consigliabile applicare una speciale vernice protettiva che si trova nelle argenterie o nei negozi specializzati.
Gli oggetti di uso poco comune possono essere protetti anche per mezzo di una carta velina nera avvolta intorno agli oggetti stessi per eliminare il contatto con l’aria e con la luce, oppure fogli di alluminio per uso domestico.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione