GRAVIDANZA

Viaggiare in gravidanza, i consigli utili per stare tranquille

LEGGI IN 2'

Sfatiamo un mito. Viaggiare in gravidanza si può, a patto però di adottare misure e strategie per garantire sempre la salute di mamma e bambino nel suo grembo. Ovviamente ogni gravidanza è una storia a sé, quindi spetta alla donna capire cosa può fare e cosa no, chiedendo sempre prima consiglio al proprio medico ginecologo che saprà dare utili consigli anche in tal senso.

Il periodo gestazionale è un momento unico e indimenticabile, tanto speciale quanto fragile. Ogni decisione deve essere dettata ovviamente dal buon senso, cercando sempre di prendere scelte volte a proteggere quella vita che sta crescendo nel grembo materno. Gli esperti non sconsigliano alle donne incinte di viaggiare, l'importante è sapere sempre quali sono le proprie condizioni di salute, in quale periodo della gestazione la donna si trova e quali precauzioni eventualmente prendere per evitare piccoli o grandi problemi.

Quando viaggiare in gravidanza

Se la donna e il bambino stanno bene, si può viaggiare sempre in gravidanza. Durante il primo trimestre e l'ultimo trimestre bisogna però fare più attenzione. I primi tre mesi sono i più delicati, anche per quello che riguarda i tipici disturbi del periodo, come ad esempio stanchezza, sonnolenza, nausee mattutine, che il viaggio potrebbe aumentare. Mentre gli ultimi tre mesi sono a ridosso del parto e ad esempio alcune compagnie aeree hanno regole ben precise per quello che riguarda l'imbarco di donne al termine della gravidanza. Senza dimenticare che con il pancione che cresce a vista d'occhio e le gambe gonfie spesso non si ha troppa voglia di muoversi.

Come viaggiare in gravidanza

Per ogni mezzo scelto, ecco qualche dritta da seguire, tenendo sempre conto che è meglio prendere il mezzo di trasporto che in meno tempo e più comodamente porta a destinazione.

  • Viaggiare in auto in gravidanza è possibile, ma se il viaggio è troppo lungo meglio fermarsi spesso. E ricordati di indossare sempre la cintura di sicurezza, anche se potrebbe dare un po' fastidio. Portati sempre dietro qualcosa da mangiare e da bere.
  • Viaggiare in treno in gravidanza è molto comodo, perché si può camminare e si hanno tutti i comfort. Lo spazio è ampio, ma attenzione a non alzare troppo peso caricando e scaricando le valigie.
  • Viaggiare in aereo in gravidanza è comoda, ma attenzione alle regole previste. Nel secondo trimestre non ci sono problemi, ma nel primo e nel terzo potrebbe non essere consentito: ogni compagnia ha le sue regole. Alzati spesso, per evitare il rischio di trombosi. Indossa calze a compressione graduata e scarpe comode, bevi spesso ed evita gli alcolici.
  • Viaggiare in nave in gravidanza è una scelta perfetta, a patto di prendere una cabina se il viaggio è lungo. Chiedi sempre fino a quando puoi partire in nave, perché a ridosso del parto talvolta non è possibile. E se c'è un medico a bordo, tanto meglio.

Ricordati di chiedere sempre consiglio al tuo medico, l'unico che ti conosce davvero e che sa cos'è meglio per te e per il tuo bambino.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione