COSA MANGI?

Quanti tipi di zucchero esistono?

LEGGI IN 2'

Lo zucchero è un ingrediente che in cucina dobbiamo usare con estrema moderazione, proprio come viene consigliato per l'utilizzo del sale. Si fa presto, però, a dire zucchero, perché in realtà in commercio ne esistono di tipi diversi, ognuno con le sue caratteristiche e le sue peculiarità. Quanti tipi di zucchero esistono? E quali sono migliori da usare per la nostra salute?

Partiamo dall'inizio: da dove arriva lo zucchero? Il saccarosio o zucchero di canna si estrae dalla canna da zucchero e dalla barbabietola da zucchero. La prima si coltiva in America Centrale e in America Meridionale, mentre la seconda in Europa. Lo zucchero serve per dolcificare le ricette dolci che portiamo in tavola. Non è tutto uguale, però, dal momento che dal saccarosio che si estrae allo zucchero bianco che di solito siamo abituati a utilizzare, ci sono in mezzo tantissime altre proposte.

  • Zucchero grezzo. È uno zucchero dal colore scuro, un semilavorato che si ottiene dallo zucchero di canna o dalla barbabietola da zucchero, lasciato allo stato grezzo. È quindi lo zucchero più puro, ricco di tanti nutrienti.
  • Zucchero integrale. È uno zucchero che può avere un colore giallo o marrone e si ottiene dalla lavorazione artigianale dello zucchero di canna. Una lavorazione che ne mantiene le caratteristiche organolettiche. Ha poche calorie, quindi ideale per chi è a dieta. Non ha subito trasformazioni per quello che riguarda il suo colore.
  • Zucchero bianco. È lo zucchero che siamo abituati a portare sulle nostre tavole e, come suggerisce il nome stesso, è bianchissimo. Attenzione, però, perché i processi di lavorazione impiegati per sbiancare la materia prima hanno fatto perdere allo zucchero tutte le sue proprietà organolettiche.
  • Zucchero semolato. È bianco e deriva dalla barbabietola da zucchero. Viene sottoposto a un processo di raffinazione, si scioglie velocemente.
  • Zucchero a velo. Sempre uno zucchero bianco, dalla consistenza ancora più leggera. Si ottiene macinando lo zucchero semolato.
  • Zucchero liquido. È uno zucchero composto al 70% di zucchero e al 30% di acqua.
  • Zucchero panela. Uno zucchero integrale che si ottiene con la canna da zucchero colombiana.
  • Zucchero Demerara. Un ingrediente dolce che arriva dalle canne da zucchero coltivate nelle Mauritius
  • Zucchero invertito. Il saccarosio viene scisso in glucosio e fruttosio, è più dolce degli altri zuccheri.
  • Zucchero d'uva. Ha molte calorie e ha le stesse caratteristiche organolettiche degli altri prodotti simili.

Qualunque sia il tipo di zucchero scelto ricordati di usarlo con moderazione. E se hai il diabete, chiedi consiglio al tuo medico per sapere cosa puoi mangiare e cosa dovresti evitare.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione