COPPIA

Che cos’è la sindrome da celibato

Le giovani coppie sono molto impegnate, così impegnate che si dedicano sempre meno all'intimità di coppia. Secondo un grande studio internazionale l'età in cui si consuma il primo rapporto è drasticamente in aumento.
LEGGI IN 2'

Avere rapporti sessuali prima del matrimonio o senza avere una relazione stabile è assolutamente normale e tollerato nella nostra cultura. Eppure nonostante ci sia maggiore liberà, le statistiche indicano che le persone praticano il sesso molto poco.

No, non stiamo parlando di quelle persone che si definiscono asessuate, perché sostengo di non provare impulso sessuale o bisogno sessuale. Quelle che sono interessanti sono le nuove generazioni di astemi: la percentuale di adolescenti tra i 14 ei 18 anni che fanno l'amore è diventata una minoranza, mentre era la maggioranza solo pochi anni fa.

Secondo uno studio di The Atlantic, gli inglesi hanno riferito di praticare cinque volte meno nel 2012 rispetto al 2001. Gli australiani hanno notato un calo, mentre nei Paesi Bassi, l'età media per la prima volta è aumentata di oltre un anno (da 17,1 nel 2012 a 18,6 nel 2017). Per quanto riguarda il Giappone, il sekkusu shinai shokogun (ovvero la sindrome da celibato) ha un nome ed è una vera piaga: secondo l'Istituto nazionale giapponese per la popolazione e la sicurezza sociale, oltre il 40% dei single giapponesi di età compresa tra i 18 ei 34 anni sono vergini. E le coppie non sembrano nemmeno essere eccessivamente concentrate sulla questione, poiché il 47% delle persone sposate afferma di non aver fatto sesso nell'ultimo mese.

Qual è la situazione in Europa? Il 60% dei giovani adulti sotto i 35 anni vive attualmente senza partner o coniuge. E un adulto su tre in questa fascia di età vive con i genitori. In una società iperproduttiva dove ogni minuto è contato e dove lo stress regna sovrano, il sesso è una perdita di tempo?

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione