CANI E GATTI

Quanto dura lo svezzamento dei gattini?

LEGGI IN 2'

Un micio porta in ogni casa gioia e felicità. Non è vero che i gatti si affezionano all'abitazione e non ai padroni. Ovviamente hanno un carattere particolare, ma chi li ama non fa caso a piccoli dettagli che di certo non rendono l’amore meno profondo. Prendersi cura di loro è sempre una nostra priorità. Quando sono appena nati hanno bisogno di tante cure e attenzioni in tutte le fasi della loro crescita. Come ad esempio quando smettono di bere il latte della mamma (o artificiale se sono orfani). Quanto dura lo svezzamento dei gattini?

Attenzione a non staccare troppo presto i mici della loro mamma. Lo svezzamento deve seguire regole ben precise per garantire ai piccoli pelosetti la salute fisica e anche quella emotiva. Strapparli troppo presto dalle cure materne potrebbe avere risvolti anche gravi per loro. Quindi è bene sapere quando iniziare a svezzarli, quanto dura lo svezzamento e cosa possiamo dar loro da mangiare al posto del latte al quale sono abituati sin dalla nascita. Ovviamente nel caso di gatti orfani bisogna seguire le indicazioni del veterinario per non fargli mancare nulla.

Quando iniziare a svezzare i gattini

Come per i bambini, lo svezzamento è il momento in cui il micio passa dal cibo liquido a quello solido. È un procedimento lungo e di solito si inizia con gradualità a partire dal primo mese di vita e fino al terzo mese. Ci vogliono tempo, calma e pazienza. Mai iniziare prima e mai separare troppo presto i cuccioli dalla mamma troppo presto. Si consiglia di solito di dare in adozione i cuccioli solo quando hanno compiuto lo svezzamento e quindi dopo i 3 mesi di età, così da aver compiuto un ciclo fondamentale di crescita.

Come svezzare i gattini

A 4 settimane si può iniziare a dar da mangiare cibi solidi pensati appositamente per loro. Prepara la ciotola e cerca di aspettare i tempi di ogni micio. Potrebbero iniziare subito oppure avere un po' di normale diffidenza all'inizio. Lascia la ciotola lì e aspetta che abbia voglia di mangiare quel cibo. Se ha l'esempio di una mamma o di fratellini e sorelline maggiori sarà spronato ad assaggiare il cibo solido più facilmente. Ogni giorno proponi sempre sapori nuovi e ricordati che l'alimentazione solida per gattini va data fino a circa 6-7 mesi, ma segui il consiglio del veterinario al quale affidarti per ogni consiglio.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione

Questo sito utilizza cookie propri e di terzi per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzando le tue preferenze e offrendoti funzionalità e contenuti pubblicitari personalizzati, anche incrociando i tuoi dati con quelli provenienti da altre fonti. Se scegli di proseguire nella navigazione, chiudi questo banner o clicca su “ACCETTA”, esprimi il consenso all’installazione dei cookie. In alternativa, seguendo questo link , potrai leggere la nostra cookie policy per esteso, nonché decidere a quali specifici cookie prestare o revocare il tuo consenso.

Accetta