VISO E CORPO

Peli incarniti su gambe e inguine: cosa fare per risolvere il problema

LEGGI IN 2'

Una delle cose più fastidiose quando ci si depila è dover affrontare i peli incarniti su gambe e inguine, zone dove frequentemente si possono presentare. Le aree del corpo più nascoste dai vestiti sono infatti maggiormente soggette a questo disturbo, rendendo la pelle costellata da antiestetici brufoletti e rigonfiamenti sottocutanei arrossati.

Di sicuro alcuni metodi di epilazione sono più legati al problema dei peli incarniti e fra questi certamente il rasoio è quello peggiore. Quando si usano le lame, si taglia solo la parte del pelo che fuoriesce e questo può fare in modo che ciò che rimane sotto, anziché crescere normalmente fuori dal poro, prenda un'altra strada, restando sotto la pelle.

Ma attenzione anche ad epilatore elettrico e ceretta. In questi due casi il pelo viene strappato del tutto, ma ciò non vuol dire che nell'ostio follicolare non possano entrare sostanze estranee, che possono deviare la crescita del pelo nuovo. Tanto più che l'epilatore è anche legato ad un altro problema, quello della crescita pilifera in direzioni differenti da quella normale.

Quindi che fare? In tutti questi casi la risposta principale è una sola, ossia esfoliare alla perfezione la cute. Una buona regola per evitare il problema dei peli incarniti è di fare un bagno caldo prima di procedere alla depilazione, in modo da aprire bene i pori e rendere l'operazione più agevole e con meno effetti collaterali.

Molto importante è poi usare un guanto di crine o luffa per eliminare le cellule morte e preparare anche la cute all'epilazione, sollevando i peli. Nella zona inguinale dovremo essere più delicate, per evitare di irritare quest'area sensibile e possiamo prevedere uno scrub a base di zucchero, meno invasivo ma comunque sempre efficace.

Dopo l'epilazione, soprattutto se la cute risulta alterata o ferita, è essenziale disinfettarla. In questo modo si riduce anche il rischio di follicolite, un altro antipatico problema che si può presentare dopo aver depilato gambe e soprattutto zona bikini. Ricordiamoci anche di lasciar respirare la pelle per almeno 24 ore prima di indossare indumenti attillati e preferiamo sempre biancheria in cotone.

Se nonostante tutte le attenzioni del caso, i peli incarniti dovessero fare la loro comparsa, il trattamento classico per estirparli prevede di scaldare la zona da trattare con un panno caldo per aprire i pori e pizzicare l'area attorno con le dita, cercando di estirpare il pelo con una pinzetta sterilizzata in precedenza. Al termine dell'operazione umettiamo con un tonico o una crema a base di acido salicilico, da applicare anche nei giorni successivi, concordando la terapia col dermatologo.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione

Ogni giorno un nuovo trucco!

Vieni su Instagram per scoprire curiosità, trucchi per la tua casa e molto altro.

Cosa ne pensi?
INVIA
o Registrati a DonnaD per commentare.

Questo sito utilizza cookie propri e di terzi per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzando le tue preferenze e offrendoti funzionalità e contenuti pubblicitari personalizzati, anche incrociando i tuoi dati con quelli provenienti da altre fonti. Se scegli di proseguire nella navigazione, chiudi questo banner o clicca su “ACCETTA”, esprimi il consenso all’installazione dei cookie. In alternativa, seguendo questo link , potrai leggere la nostra cookie policy per esteso, nonché decidere a quali specifici cookie prestare o revocare il tuo consenso.

Accetta