PSICOLOGIA

Meditazione contro la paura e il panico: tutto quello che bisogna sapere

LEGGI IN 2'

Le persone che soffrono di disturbi legati all’ansia possono sperimentare sensazioni di nervosismo e pensieri negativi, ma anche veri e propri attacchi di panico. In genere questi soggetti tendono a preoccuparsi del futuro o a stressarsi per il passato, ignorando ciò su cui hanno davvero potere decisionale, il presente.

In questi casi di paura ricorrente e panico, affidarsi ad una terapia di analisi può dare grandi benefici sotto il profilo psicologico. In aggiunta esistono tecniche di rilassamento che hanno lo scopo di aiutare a rallentare i pensieri, a lasciar andare lo stress e ad abbandonarsi ad un profondo rilassamento, che porta benefici sul piano fisico e mentale.

La meditazione Mindfulness è una tecnica di rilassamento che riporta la consapevolezza al presente. Durante la pratica della consapevolezza, il meditatore fa emergere i pensieri senza cercare di fermarli e, anche quando i flussi mentali portano alla luce condizioni spiacevoli o percepite come negative, la consapevolezza porta all’accettazione senza giudizio.

In risposta a questo, i livelli di ansia e paura calano, lasciando passare i pensieri scomodi senza reagire e rispondendo così allo stress in un modo del tutto diverso e positivo. Il modo più efficace per avvicinarsi a questa pratica è di affidarsi ad un professionista per apprenderla e farla propria, arrivando ad una meditazione in proprio in un secondo momento.

Una volta acquisiti gli strumenti della Mindfulness potremo infatti praticare la meditazione in casa o anche in ufficio, ritagliandoci appena dieci minuti per riportare la calma nella nostra giornata. Si comincia assumendo una posizione comoda, tenendo gli occhi chiusi e modulando il respiro in modo che il cervello recepisca entrata e uscita dell’aria, ma anche il battito cardiaco.

Dopo di che, lasciamo andare a ruota libera i pensieri che ci stanno facendo paura o che stanno generando l’attacco di panico, visualizziamoli da spettatori e, infine, lasciamoli andare. Come detto è essenziale mantenere un atteggiamento non giudicante nei confronti delle nostre ansie, l’unico modo per essere davvero sicuri di riuscire a lasciarle andare.

Appena abbiamo ritrovato la calma, proseguiamo qualche minuto ancora con la respirazione, poi possiamo aprire gli occhi e proseguire la nostra giornata.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione

Ogni giorno un nuovo trucco!

Vieni su Instagram per scoprire curiosità, trucchi per la tua casa e molto altro.

Cosa ne pensi?
INVIA
o Registrati a DonnaD per commentare.

Questo sito utilizza cookie propri e di terzi per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzando le tue preferenze e offrendoti funzionalità e contenuti pubblicitari personalizzati, anche incrociando i tuoi dati con quelli provenienti da altre fonti. Se scegli di proseguire nella navigazione, chiudi questo banner o clicca su “ACCETTA”, esprimi il consenso all’installazione dei cookie. In alternativa, seguendo questo link , potrai leggere la nostra cookie policy per esteso, nonché decidere a quali specifici cookie prestare o revocare il tuo consenso.

Accetta