ERBORISTERIA

Indigestione da freddo: i sintomi e i rimedi naturali utili

LEGGI IN 2'

Il problema della congestione digestiva, anche conosciuta come indigestione da freddo, si verifica quando la digestione si blocca a causa di uno sbalzo termico importante. In genere si verifica durante la stagione calda, quando beviamo bibite molto fredde o passiamo repentinamente in un ambiente con aria condizionata.

Ma in effetti l’indigestione da freddo non ha stagionalità ed è infatti un disturbo che può verificarsi sempre, in qualunque periodo dell’anno. A scatenarla, come detto, è uno shock termico, che andrebbe evitato semplicemente lasciando al nostro stomaco la temperatura che gli serve per digerire normalmente.

Quello che accade al corpo in caso di congestione digestiva è molto semplice. I nostri enzimi digestivi hanno bisogno di un certo calore per poter funzionare bene e non riescono a lavorare come si deve quando invece la temperatura dello stomaco è inferiore rispetto a quella corporea. Il freddo, in poche parole, compromette le normai funzioni del nostro apparato gastrico.

Così, il cibo non viene processato nel modo corretto e viene invece spinto verso l’intestino tenue in modo prematuro, dove alcuni elementi non possono essere digeriti. I primi sintomi di un’indigestione da freddo sono solitamente gonfiore addominale, eruttazione eccessiva, senso di nausea, ma possono verificarsi anche confusione mentale, brividi e capogiri, fino allo svenimento.

Non appena sentiamo che qualcosa non va, è bene correre ai ripari, provando alcuni rimedi naturali utili contro l’indigestione da freddo. Si può bilanciare la condizione sorseggiando una bevanda calda, come tenere una copertina avvolta attorno alla fascia addominale. In questo modo si favorisce il ripristino della temperatura.

Si consiglia inoltre di distendersi e di mantenere le gambe in alto rispetto al resto del corpo, massaggiando l’addome con le mani calde per favorire la circolazione locale. Nelle ore successive all’episodio, è preferibile non assumere cibo, mentre si può consumare una tisana calda, magari digestiva, per favorire il sollievo dello stomaco.

Una semplice camomilla va bene, ma è ancora meglio una tisana all’alloro, che favorisce le funzioni digestive. In ogni caso, evitiamo di sovraccaricare la pancia di liquidi, perciò beviamo a piccoli sorsi e senza esagerare.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione

Questo sito utilizza cookie propri e di terzi per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzando le tue preferenze e offrendoti funzionalità e contenuti pubblicitari personalizzati, anche incrociando i tuoi dati con quelli provenienti da altre fonti. Se scegli di proseguire nella navigazione, chiudi questo banner o clicca su “ACCETTA”, esprimi il consenso all’installazione dei cookie. In alternativa, seguendo questo link , potrai leggere la nostra cookie policy per esteso, nonché decidere a quali specifici cookie prestare o revocare il tuo consenso.

Accetta