COSA MANGI?

Dolcificanti o zucchero? I pro e contro di entrambi

LEGGI IN 2'

Ci sono due tipi di dolcificanti: naturali e artificiali. Quelli artificiali, come l’aspartame, andrebbero sempre evitati, poiché studi scientifici dimostrano che alterano il metabolismo e, in alcuni casi, possono addirittura essere cancerogeni. I dolcificanti presenti in natura, non per forza “fanno bene” per il semplice fatto che sono “naturali”, al contrario possono essere molto dannosi. 

Tra quelli da evitare c’è lo sciroppo di mais: una bomba glicemica e calorica, presente nei prodotti da forno industriali, come merendine o torte confezionate. Quando leggi l’etichetta fai attenzione anche alla sigla E954: indica la presenza di saccarina, che ha un altissimo potere dolcificante e specialmente i bambini dovrebbero evitarli. Prepara i dolci in casa per avere il controllo sugli zuccheri, è molto più salutare e potrai farlo anche col supporto dei tuoi piccoli aiutanti!  

Lo zucchero di barbabietola e di canna vengono raffinati con procedimenti chimici, mentre gli zuccheri integrali biologici sono più sani perché vengono concentrati per evaporazione: è un’informazione che viene riportata sulla scatola, come valore aggiunto al fatto che costano molto di più dei normali zuccheri raffinati.

Un altro fattore importante è la quantità. L’Organizzazione Mondiale della Sanità consiglia di non assumere sotto forma di zuccheri più del 5% (circa 25 grammi di zucchero, il corrispettivo di 6 cucchiaini) dell’energia totale giornaliera. Anche se prendi il caffè amaro e ti concedi pochi dolci nel corso della giornata, potresti comunque superare questa soglia assumendo una bevanda gassata in lattina: contiene circa 35 grammi di zuccheri. 

Se non vuoi sforare, punta sui dolcificanti a basso indice glicemico come il miele, lo sciroppo d’agave o d’acero, lo zucchero di cocco, il malto di riso o d’orzo. Oppure punta sulla stevia e l’eritritolo, due zuccheri presenti nella frutta, con zero calorie e un sapore lievemente dolce. A differenza dei dolcificanti intensivi, questi ultimi hanno alcuni importanti benefici: contrastano i radicali liberi e non favoriscono la carie dentale.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione

Ogni giorno un nuovo trucco!

Vieni su Instagram per scoprire curiosità, trucchi per la tua casa e molto altro.

Cosa ne pensi?
INVIA
o Registrati a DonnaD per commentare.
Cinzia

articolo interessante

2 anni fa

Questo sito utilizza cookie propri e di terzi per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzando le tue preferenze e offrendoti funzionalità e contenuti pubblicitari personalizzati, anche incrociando i tuoi dati con quelli provenienti da altre fonti. Se scegli di proseguire nella navigazione, chiudi questo banner o clicchi su “Prosegui con la navigazione”, esprimi il consenso all’installazione dei cookie. In alternativa, seguendo questo link , potrai leggere la nostra cookie policy per esteso, nonché decidere a quali specifici cookie prestare o revocare il tuo consenso.

Prosegui con la navigazione