IDEE IN CUCINA

Voglia di insalata

LEGGI IN 2'

Fate largo alle insalate

Arriva la bella stagione e comincia la voglia di insalata! L'insalata può essere un ottimo piatto completo, a patto che si abbia fantasia, che si sappia bilanciare gli ingredienti in base al loro valore nutrizionale, e che si dia un tocco insolito al tutto... La verdura di stagione è ovviamente la protagonista e qui ognuna sceglierà secondo le preferenze e, perché no, secondo la disponibilità del proprio orticello. Ma ecco qualche consiglio per completare le vostre insalate, per far diventare protagonista quello che di solito è considerato solo un comprimario.

Proteine

Parola d'ordine legumi. Ceci, fagioli, piselli: trovate il modo di aggiungerli alle vostre insalate e alla vostra dieta, che per essere equilibrata ne prevedrebbe tre porzioni alla settimana. In questo modo introdurrete proteine nel vostro organismo, che possono sostituire quelle della carne o dei latticini.
Altrettanto facile pensare ad un'insalata che contenga proteine animali derivate dai latticini: scegliete i formaggi fatti con latte di capra, come la feta. Hanno poche calorie e un gusto sapido che vi permetterà di condire di meno la vostra insalata.

Semi

Una delle tendenze più recenti è quella di aggiungere dei semi nelle insalate. Perché? Per assicurarsi un carico di nutrienti che difficilmente potreste miscelare agevolmente in un piatto di pasta! I semi di girasole, che spesso compaiono anche nell'impasto di pane integrale, sono molto ricchi di acido folico e acido linoleico, quest'ultimo stimola la produzione degli Omega3. Vitamina B e vitamina E completano il quadro.
Preferisci i semi di sesamo? Si possono aggiungere all'insalata a crudo oppure leggermente tostati, sono ricchi soprattutto di calcio e favoriscono la digestione. Anch'essi sono piuttosto saporiti, se li usate potrete ridurre la quantità di sale con cui condire...

Condimenti

... a meno che non usiate il gomasio, un mix per condimenti di derivazione giapponese, fatto principalmente di semi di sesamo sminuzzati e sale marino. Quest'ultimo però è presente in percentuale inferiore al 10% e se state seguendo una dieta povera di sodio potrebbe essere la soluzione migliore per  condire le vostre insalate.
Cercate poi di personalizzare il tipo di condimento in base ai sapori della vostra insalata. Avete usato del parmigiano o del grana? Optate per un condimento a base di aceto balsamico. Nella vostra insalata fanno capolino crostacei o molluschi, ad esempio avete aggiunto dei bocconcini di polipo alla misticanza? Accompagnate il tutto con una vinaigrette miscelata con senape. Scoprirete tutto il gusto di una "semplice" insalata!

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione