IDEE IN CUCINA

A qualcuno piace crudo

LEGGI IN 2'

Vorresti passare dal bancone del supermercato o dal tuo orto direttamente sulla tua tavola senza neppure vedere i fornelli? Beh allora non ti resta che seguire la raw cuisine, la moda alimentare del momento che dall’America sta spopolando anche da noi. Tutto sempre fortissimamente crudo. Non solo frutta e verdure ma anche carne e pesce. Davvero l’ideale in questa stagione calda per non cuocere letteralmente assieme ai cibi davanti ai fornelli, ma un’abitudine sana e pratica da mantenere tutto l’anno. I vantaggi? Sono molteplici. Risparmi tempo e fatica (pensa soltanto al mucchio di pentole che non devi lavare quando riunisci a pranzo tutto il parentado!) ma soprattutto ti mantieni in forma.

Il crudo fa bene al nostro organismo. Se consumati crudi gli alimenti conservano il loro gusto molto più intenso e mantengono intatte le loro proprietà nutritive; con la cottura, invece, molte vitamine vanno perse (di vitamina C, ad esempio, resta solo il 30%). E allora largo a carote, peperoni, sedano. Ma anche a cavolfiori e zucchine. Se non avete ancora provato, affettateli molto sottili e poi conditeli con olio d’oliva e sale; serviteli come antipasto (sono le cosiddette cruditè) e non resterete certo delusi. Anche la frutta è molto meglio consumarla cruda. Lavatela con molta cura, meglio ancora se aggiungete dei disinfettanti (Amuchina, bicarbonato o anche dell’aceto) lasciatela in ammollo per alcuni minuti e risciacquatela in abbondante acqua.

Ma per i veri amanti del crudo ci sono la carne ed il pesce. Senza rincorrere la moda del sushi e sashimi giapponesi si può restare a casa nostra. In Puglia, infatti, da sempre esiste l’usanza di mangiare crudi i pesci e i molluschi di piccolo taglio come alici, calamaretti, seppioline e polipetti per non parlare di sarde, sardoni e arenghe a Venezia e dintorni. E ancora salmone, tonno e pesce spada. Preparateli così: tagliateli a fettine sottilissime e lasciateli marinare per qualche ora in abbondante olio, sale, succo di limone e aceto. Serviteli conditi con olio, sale, pepe e una manciata di prezzemolo.

Attenzione, però: per mangiare pesce crudo accertatevi prima che sia fresco di giornata e consumatelo velocemente. Ricco di acidi polinsaturi (omega 3), prezioso per il nostro sistema cardiovascolare è l’ideale per mantenersi giovani e in forma. Se invece preferite la carne al pesce potete tagliare del vitello, del manzo e del cavallo o a dadini piccolissimi o a fettine sottilissime (il famoso carpaccio, l’originale invenzione di Cipriani esportata con successo in tutto il mondo) condire con olio, limone, sale e pepe e tenerle al fresco prima di portarle in tavola. L’importante, però, che sia carne scelta e sicura data dal vostro macellaio di fiducia.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione