IN FORMA

Dieta Sirt: pro e contro

LEGGI IN 2'

La dieta Sirt è un regime alimentare molto in voga tra le celebrities, una dieta che permette di mangiare un po' di tutto semplicemente combinando bene, pasto dopo pasto, gli alimenti che portiamo sulle nostre tavole, sfruttando le proprietà di alcuni cibi che aiutano a tornare in forma. Si chiama anche dieta del gene magro, perché è nata studiando i geni che regolano il metabolismo, le sirtuine. Diventata famosa anche perché è stata seguita con successo dalla cantante Adele, promette di far perdere 3.5 chili in una settimana.

La dieta Sirt, secondo chi la consiglia a tutti (anche se un regime alimentare dovrebbe essere cucito su misura per le esigenze di ognuno di noi da esperti nutrizionisti), si basa sull'assunzione degli alimenti considerati Sirt, ricchi di proteine e polifenoli che andrebbero a stimolare le sirtuine permettendo di perdere peso. Questi alimenti, ad esempio, sono i cavoli, il radicchio, il cacao e il tofu.

La dieta si divide in due fasi. Nella prima fase, della durata di una settimana, si devono assumere 1000 calorie nei primi tre giorni bevendo tre succhi Sirt e mangiando un pasto solido. Dal quarto giorno le calorie diventano 1500, con due succhi verdi e due pasti solidi. La seconda fase della durata di 15 giorni, invece, garantisce il consumo giornaliero di tre pasti ben bilanciati, mangiando proprio gli alimenti Sirt.

Dieta Sirt, pareri contrari

Chi non vede di buon occhio questa dieta, sostiene che gli alimenti Sirt andrebbero a illudere il corpo, che pensa di essere sazio, grazie agli alimenti Sirt che attivano e accelerano il metabolismo e, di conseguenza, il dimagrimento. Ma come altre diete non solo non la si può e non la si deve seguire per lungo tempo, ma non insegna nemmeno a mangiare in modo sano ed equilibrato.

Anche il fatto di ridurre così tanto le calorie potrebbe essere un fattore negativo, perché non garantisce il giusto apporto calorico per avere energie a sufficienza per svolgere le attività quotidiane. Inoltre, elimina molto i carboidrati, fattore spesso sconsigliato dai nutrizionisti.

Ricordati che la dieta Sirt non è adatta a tutti. La possono seguire quelle persone che vogliono perdere pochi chili in poco tempo, ma per un dimagrimento più importante e duraturo meglio scegliere altro. Comunque non ha controindicazioni, a patto che si segua per i tempi previsti e non si prolunghi troppo nel tempo.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione