CRESCITA

Dieta del bambino, qual è l’acqua più adatta al piccolo?

LEGGI IN 2'

L’acqua è un ingrediente fondamentale nella dieta del bambino. Finché è allattato al seno, non ha bisogno di altri liquidi, mentre se prende la formula potrebbe aver bisogno di acqua extra quando fa caldo o non sta bene. Quando invece inizia lo svezzamento, intorno al 6 mese, devi offrirgli da bere.

È meglio abituare il bambino a bere acqua piuttosto che a succhi, che a lungo termine possono portare a carie e obesità, ma anche favorire la stitichezza. Inoltre, l'acqua non sopprime l'appetito durante i pasti, a differenza di altre bevande.

Che tipo di acqua dare a un bambino?

L'acqua che dai al tuo bambino dovrebbe essere sempre di buona qualità, sia che la usi per diluire il latte artificiale sia per fare le puree o per dargli da bere. Per i piccoli sotto i 6 mesi, non dovresti usare l'acqua direttamente dal rubinetto perché è sterile. Dovrai prima farla bollire e poi lasciarla raffreddare.

L'acqua in bottiglia non è raccomandata per la preparazione di alimenti per lattanti in quanto potrebbe contenere troppo sale (sodio) o solfato.

I tipi di acqua consigliati per i bambini sono:

  • Acqua del rubinetto, a meno che non sia stato emesso un avviso di divieto.
  • Acqua in bottiglia, possibilmente naturale. Sono da evitare le gassate, le deionizzate o distillate.

Quando usi l'acqua del rubinetto, lasciala scorrere finché non si raffredda e aspetta un altro minuto o due prima di usarla. Non usare mai acqua calda per preparare i biberon o per cucinare.

In linea di massima, se puoi, investi in acqua di sorgente di alta qualità.

E le altre bevande?

Succhi di frutta e bibite non sono adatti ai bambini di età inferiore a 12 mesi. Le bevande contenenti caffeina come tè, caffè e bevande energetiche - e, naturalmente, l'alcol - non sono adatte a bambini di qualsiasi età.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione