BELLEZZA

Depilazione laser, si può fare in gravidanza?

Se sei in attesa di un bambino, dovresti evitare la depilazione laser. Non compromette lo sviluppo del feto, ma può creare diversi effetti collaterali: scottature, macchie scure o favorire la comparsa di capillari e vene.
LEGGI IN 1'

La gestione dei peli è sempre difficile in gravidanza. Ci sono donne fortunate, cui crescono meno, e donne che invece devono fare i conti un fastidioso irsutismo. Purtroppo, la depilazione laser durante i nove mesi non è consigliata.

Cos'è la depilazione laser?

Il trattamento laser è un metodo in cui, per applicazione diretta sulla pelle, il follicolo pilifero si indebolisce. Ciò causerà la perdita di capelli. Non è stato dimostrato che il trattamento dell'epilazione laser in quanto tale abbia causato danni alla formazione e al successivo sviluppo del feto. Infatti, agisce solo sulla superficie esterna della pelle, senza intervenire sullo sviluppo fetale.

Gli esperti, comunque, non raccomandano che le donne facciano trattamenti laser durante la gravidanza. Durante questo periodo, sconsigliano vivamente l'esposizione a qualsiasi tipo di luce o radiazioni. Considera, inoltre, che i cambiamenti ormonali possono interferire con il laser e creare delle reazioni cutanee e la formazione di vene varicose. La pelle delle donne incinte è molto sensibile e con il laser potresti facilmente scottarti. Aggiungi un altro problema: il laser potrebbe stimolare la pigmentazione favorendo la comparsa di macchie scure.

Quale metodo usare durante la gravidanza per la cera?

Il metodo più raccomandato è la rasatura tradizionale. È il meno invasivo per il corpo durante la fase di gestazione. Potresti fare anche la ceretta a freddo, mentre è da evitare quella a caldo soprattutto se soffri di circolazione lenta, capillari o vene.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione