CONSIGLI DI VIAGGIO

I viaggi degli scrittori americani a Parigi

LEGGI IN 2'

La generazione perduta, così viene definito il gruppo di scrittori americani che ha vissuto a Parigidopo la Prima Guerra Mondiale, ha assorbito dalla città tutto lo spirito d’avanguardia che la permeava in quegli anni, restituendo poi a tutto il mondo capolavori che forse altrimenti non avrebbero mai visto la luce.

Fra questi esimi scrittori ricordiamo Ernest Hemingway. Le tracce del suo passaggio a Parigi possono ritrovarsi nella famosa Closerie des Lilas, caffè in cui si incontrava l’intellighenzia americana.

A dire il vero Hemingway ha fatto numerosi viaggi a Parigi che lo hanno visto anche volontario al fronte durante il primo conflitto mondiale. Era poi tornato nella città dove si era sistemato nel quartiere di Montparnasse.

Se ti trovi nel quartiere, oltre al caffè sopra citato, devi assolutamente visitare la torre, il grattacielo di 56 piani da cui si domina la città e il cimitero in cui riposano importanti personaggi francesi fra cui Baudelaire, Jean-Paul Sartre, Simonne de Beauvoir e Guy de Maupassant.

Un altro famoso scrittore americano, che dai suoi viaggi a Parigi e in Costa azzurra ha tratto ispirazione per i suoi romanzi è Francis Scott Fitzgerald. Molto più ricco del “collega” Hemingway, Fitzgerald conduceva a Parigi una vita dispendiosa e disordinata.

Fitzgerald e sua moglie Zelda abitarono in rue de Vaugirard al numero 58. Se ti trovi da quelle parti puoi anche fare un salto alla libreria "Le Pont Traversé" che contiene delle vere e proprie perle: libri antichi ed introvabili prime edizioni. Anche la su struttura è particolare, la facciata è infatti decorata con teste di animali che tradiscono il suo primo uso: una macelleria.

Se organizzi un viaggio a Parigi cerca qui la tua America.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione

Ogni giorno un nuovo trucco!

Vieni su Instagram per scoprire curiosità, trucchi per la tua casa e molto altro.

Cosa ne pensi?
INVIA
o Registrati a DonnaD per commentare.

Questo sito utilizza cookie propri e di terzi per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzando le tue preferenze e offrendoti funzionalità e contenuti pubblicitari personalizzati, anche incrociando i tuoi dati con quelli provenienti da altre fonti. Se scegli di proseguire nella navigazione, chiudi questo banner o clicchi su “Prosegui con la navigazione”, esprimi il consenso all’installazione dei cookie. In alternativa, seguendo questo link , potrai leggere la nostra cookie policy per esteso, nonché decidere a quali specifici cookie prestare o revocare il tuo consenso.

Prosegui con la navigazione