POLLICE VERDE

L'autunno in giardino

LEGGI IN 2'

L'autunno in giardino

Le foglie cadono, ma il giardino d’autunno è tutt’altro che “in letargo” perché è proprio questo momento dell’anno il più indicato infatti per piantare nuove piante e iniziare ad attendere i primi germogli.
Tutte le piante, ad eccezione di quelle che temono il gelo, possono essere piantate in questo periodo dell’anno perché gli strascichi del caldo estivo e le piogge autunnali incoraggeranno una crescita immediata.

Bulbi e piante: come piantarle!
Un trucchetto utile prima di piantare nuove specie vegetali in giardino è quello di osservare la vegetazione della zona per capire quali piante resistano meglio alle intemperie senza per questo doversi poi prodigare in protezioni antigelo.
La prima regola, salvo le dovute eccezioni che riguardano le piante particolarmente robuste, è quella di piantare alla giusta profondità avendo cura che il colletto della pianta rimanga appena al di fuori del terreno.
Per quanto riguarda i bulbi invernali (da piantare in autunno), invece, se il terreno non è ghiacciato si fa tempo fino a novembre. È questo il momento ideale di bulbi di crocus, narcisi e tulipani per ottenere uno splendido giardino colorato fin dai primi giorni di primavera.
È comunque sempre preferibile piantare i bulbi nello stesso terreno in cui sono caduti scegliendo solo le varietà che si naturalizzino al tipo di clima presente, senza richiedere una protezione dal gelo.

Taglio o non taglio?
Tagliare le piante malate o infestanti è una scelta da considerare accuratamente. Le piante perenni preferiscono si lasci loro un piede che le protegga dal freddo dell’inverno e dall’umidità. Scegliere di lasciare la vegetazione è un ottimo sistema per incoraggiare api e insetti utili a trascorrere l’inverno nel vostro giardino per ritrovarsi, poi, nello stesso anche in primavera.

Cadono le foglie
Le bellissime foglie rosse e gialle che decorano il nostro prato non devono però restare troppo a lungo a coprire l’erba sottostante. Togli spesso le foglie dal prato ricordando che l’erba, per crescere ed infittirsi, necessita di luce. Utilizza un soffia foglie o un rastrello che previene il ristagno di umidità che facilita lo sviluppo delle malattie del prato.
Continua a tagliare il prato due volte a settimana, come in estate e, prima dell’inverno, ricordati di concimare.

Cure d’autunno
Anche se fa fresco e il clima è secco, quindi non piove, bisogna ricordare di innaffiare le piante regolarmente, a seguire poi anche in inverno. Non seguire il calendario, ma studiane i segnali di disidratazione direttamente dalle piante stesse: foglie appassite, arricciate o marroni significano che alle piante può mancare l’acqua adeguata.
Al contrario, se il clima è particolarmente umido e le piogge copiose, fiori e piante possono essere danneggiate e devono, per questo, essere messe in sicurezza e ben protette. Se il clima lo richiede prevedi l’utilizzo di una serra, uno dei modi migliori per proteggerli dai primi freddi dell’inverno.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione

Questo sito utilizza cookie propri e di terzi per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzando le tue preferenze e offrendoti funzionalità e contenuti pubblicitari personalizzati, anche incrociando i tuoi dati con quelli provenienti da altre fonti. Se scegli di proseguire nella navigazione, chiudi questo banner o clicca su “ACCETTA”, esprimi il consenso all’installazione dei cookie. In alternativa, seguendo questo link , potrai leggere la nostra cookie policy per esteso, nonché decidere a quali specifici cookie prestare o revocare il tuo consenso.

Accetta