ORTO E GIARDINO

Il frutteto in terrazzo

LEGGI IN 3'

Le regole del mini-frutteto

Terrazzi e balconi sono il luogo migliore per scoprire il pollice verde che c’è in te. Erbe aromatiche, verdure o un piccolo frutteto miglioreranno il tuo terrazzo e la tua alimentazione.

Scegliendo le piante giuste, e seguendo qualche semplice regola, è facile creare un mini-frutteto domestico.

La posizione 

Fondamentale per la crescita e per far maturare i frutti, la posizione deve essere alla base della creazione del frutteto. Gli alberi hanno bisogno di sole e di essere protetti dai venti troppo forti, che creerebbero problemi all’impollinazione e danneggerebbero i fiori e i frutti. Se il terrazzo-frutteto è troppo esposto è necessario metterlo al riparo con graticci frangivento e paraventi.

I vasi

Permetti ai tuoi alberelli di vivere in un vaso grande e con i fori sul fondo, fondamentali per far scolare l’acqua (e non lasciar marcire le radici).

I contenitori dovrebbero essere con altezza e larghezza comprese tra 50 e 100 cm. I materiali più indicati per i vasi sono il rame, la resina, la terracotta e il legno.

La coltivazione

Per un ottimo raccolto segui con attenzione tutte le fasi della crescita. Inizia con l’irrigazione, che deve essere regolare e abbondante, senza dimenticare una buona concimazione sia in autunno sia in primavera. Controlla spesso le tue piante ed elimina rapidamente, e in modo naturale, gli eventuali parassiti. Da non dimenticare la potatura, per ridurre le dimensioni e stimolare la produzione.

Scegli il frutto giusto!

Gli alberi da frutto sono numerosi e molto differenti tra di loro, motivo per cui non tutti si adattano alla ‘vita da terrazzo’. Ecco quali sono le scelte giuste per il tuo frutteto.

Il pero

Non esistono varietà autocompatibili, ovvero che riescono a essere fecondate dal proprio polline, ed è quindi necessario avere un altro pero nelle vicinanze per l’impollinazione incrociata. Se desideri renderlo anche decorativo, la varietà migliore è Cannella.

Il melo

Scegli un alberello di circa quattro anni perché se già formato sarà più facile da seguire. Nelle vicinanze dovrà comunque esserci un altro melo di varietà compatibile oppure un melo in fiore. Adatti alla coltivazione in vaso sono la varietà Annurca, rosso e zuccherino, il Belfiore, giallo e tardivo e il melo Ballerina, varietà molto produttiva.

Il ciliegio

Per la coltivazione da vaso è perfetto il ciliegio nano, e in particolare la varietà Compact Stella, poco ingombrante ma di grande produttività e resistente anche al gelo. 

Il kiwi

Per ottenere i frutti del kiwi è indispensabile avere un esemplare maschile e uno femminile, trapiantati in vasi molto grandi.

Il melograno

Per il melograno è sufficiente uno spazio più ridotto e minori attenzioni. L’alberello, in ogni caso, ha una chioma tondeggiante e fiori colore arancio.

Nespolo del Giappone

È possibile avere anche un solo esemplare, in quanto autocompatibile. Il nespolo è un sempreverde folto, decorativo e con frutti dolcissimi.

Fico

La sua posizione privilegiata per crescere ed essere produttivo è in pieno sole. Tra tutte le varietà la Dottato non ha bisogno di impollinatore e produce frutti due volte l’anno.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione

Questo sito utilizza cookie propri e di terzi per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzando le tue preferenze e offrendoti funzionalità e contenuti pubblicitari personalizzati, anche incrociando i tuoi dati con quelli provenienti da altre fonti. Se scegli di proseguire nella navigazione, chiudi questo banner o clicca su “ACCETTA”, esprimi il consenso all’installazione dei cookie. In alternativa, seguendo questo link , potrai leggere la nostra cookie policy per esteso, nonché decidere a quali specifici cookie prestare o revocare il tuo consenso.

Accetta