BENESSERE

7 cose inaspettate che ti fanno puzzare

LEGGI IN 2'

Se c’è una cosa che non sopporti è puzzare di sudore. Eppure può capitare che, nonostante ti sia lavata, possa emanare un cattivo odore. Come mai? Il deodorante non funziona correttamente o c’è qualcosa di più? La buona notizia è che una volta che conosci la causa, trovare la soluzione è facile.

  1. Diete a basso contenuto di carboidrati. Sono note per la loro rapida perdita di peso. Quando il tuo corpo non ha la sua solita scorta di bagel e pasta da bruciare per produrre energia, inizia invece a bruciare i grassi. Quando bruci i grassi, il tuo corpo produce una sostanza chimica che può emettere un odore di sudore come solvente per unghie o fruttato
  2. Non lavi abbastanza i tuoi vestiti. A tutti piace prendersi una piccola pausa dalla lavanderia, ma è meglio lavare i vestiti se li hai già indossati un paio di volte per evitare gli odori.
  3. Non indossi i calzini. Quando indossi scarpe da ginnastica senza calze, i tuoi piedi si scaldano e iniziano a sudare. Se non c'è ventilazione, quell'odore rimane sia con i tuoi piedi sia nelle tue scarpe.
  4. Alcuni farmaci. Sfortunatamente la maggior parte dei farmaci ha una lunga lista di potenziali effetti collaterali e, ancora di più, sfortunatamente, alcuni di essi possono farti puzzare. Le pillole anticoncezionali possono portare alla secchezza delle fauci, che provoca un accumulo di zolfo nella bocca. È questo zolfo che può dare al tuo alito un odore di uovo marcio, davvero seducente.
  5. Menopausa e gravidanza. Gli ormoni possono aumentare la sudorazione e di conseguenza aumentare i cattivi odori. E ricordi che in questo quadro, ci stanno anche le mestruazioni.
  6. Troppo stress. Lo stress innesca una sorta di circolo vizioso: ti accorgi di puzzare e allora sudi di più e puzzi di più.
  7. Cibi piccanti. Se stai per fare uno spuntino veloce prima del tuo appuntamento stasera, salta l'aglio, e non solo per il fiato! Alcune spezie come l'aglio o il curry possono effettivamente far puzzare la pelle.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione

Questo sito utilizza cookie propri e di terzi per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzando le tue preferenze e offrendoti funzionalità e contenuti pubblicitari personalizzati, anche incrociando i tuoi dati con quelli provenienti da altre fonti. Se scegli di proseguire nella navigazione, chiudi questo banner o clicca su “ACCETTA”, esprimi il consenso all’installazione dei cookie. In alternativa, seguendo questo link , potrai leggere la nostra cookie policy per esteso, nonché decidere a quali specifici cookie prestare o revocare il tuo consenso.

Accetta