2019/12/12 17:59:317059
2019/12/12 17:59:3120896

GRAVIDANZA

Nausea in gravidanza, come affrontarla

LEGGI IN 3'

Nausea: un problema comune

Che sia maschio o femmina più della metà delle future mamme soffre di nausea e vomito durante i primi mesi di gravidanza. Il primo trimestre è quello più critico per questo disturbo, poi il problema tende ad attenuarsi o a risolversi del tutto, anche se l’andamento del disturbo è altamente soggettivo. La comparsa della nausea è dovuta al forte sconvolgimento ormonale che è in atto nel corpo della donna, e in casi più rari è la manifestazione di un disagio psicologico che la madre vive a inizio gravidanza, legato alle ansie e alle preoccupazioni che un grande cambiamento porta con sé.

Spesso, insieme alla nausea compaiono anche una maggiore percezione degli odori, l’alterazione del gusto e dell’olfatto: alimenti che fino a prima della gravidanza risultavano tra i preferiti potrebbero ora diventare inaffrontabili. Si parla invece di iperemesi gravidica quando il vomito è persistente e tale da determinare perdita di peso, disidratazione e chetosi: in questo caso è necessario concordare con il proprio ginecologo una cura. Per chi invece soffre delle “classiche” nausee mattutine vale la pena provare alcune strategie totalmente sicure per il feto e che possono dare sollievo alla futura mamma.

Buone abitudini e rimedi naturali

Per la nausea in gravidanza valgono alcuni semplici accorgimenti che sono efficaci anche abitualmente contro la nausea. Per prima cosa cerca di mangiare poco e spesso, in modo da mantenere il livello di zuccheri sempre costante nello stomaco e nel sangue. No quindi a pasti unici e abbondanti e via libera a tutti gli alimenti secchi e salati: i crackers saranno i tuoi primi alleati, seguiti da fette biscottate e pizza bianca. Evita al contrario tutto ciò che è acido come ad esempio pomodoro, caffè, spremute di agrumi. Puoi fare un’eccezione soltanto per il limone che calma la nausea.

Da provare assolutamente lo zenzero, che è disponibile in moltissime forme: puoi bere un infuso, versare dell’olio essenziale su un panno e annusarlo per avere un po’ di sollievo, oppure in erboristeria trovi delle gocce o ancora puoi tentare con dei biscottini preparati con questa radice. Le proprietà dello zenzero come antinausea e antivomito sono provate: a te trovare la soluzione migliore per assumerlo, nella forma che preferisci. Anche la menta, il coriandolo, il finocchio e il lampone sono rimedi naturali da provare come antinausea ma l’efficacia varia in modo considerevole da un soggetto all’altro, fai un tentativo per vedere quale è davvero il tuo “elemento” salva-nausea.

L’aiuto da un ghiacciolo

La soluzione che non ti aspetti possono essere... i ghiaccioli! Né liquidi né solidi, calmano la nausea e non lasciano mai lo stomaco vuoto, condizione che favorisce invece la nausea. Dalla “scoperta” di una mamma inglese sono nati i Lillipops, dei ghiaccioli naturalmente aromatizzati, disponibili in 5 gusti (zenzero, pompelmo e mandarino, limone e menta, camomilla e arancia, lime e vaniglia) che non contengono coloranti, zuccheri o aromi e sono innocui per il bambino: non si tratta di medicinali ma di semplici reidratanti che hanno ricevuto la certificazione dell’AOGOI (Associazione Ostetrici Ginecologi Ospedalieri Italiani).

L’agopuntura è un altro rimedio che la medicina alternativa offre alle donne che soffrono di questo disturbo. L’effetto positivo non è immediato ma un ciclo di sedute può rivelarsi utile e far diminuire sensibilmente gli episodi di nausea e vomito. Anche qui la ricettività del soggetto alla terapia varia molto da una donna all’altra ma saranno sufficienti un paio di sedute per capire se questo approccio dà qualche miglioramento oppure no. Generalmente spariscono prima gli attacchi di vomito e con il tempo si alleviano anche le nausee.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione

Ogni giorno un nuovo trucco!

Vieni su Instagram per scoprire curiosità, trucchi per la tua casa e molto altro.

Cosa ne pensi?
INVIA
o Registrati a DonnaD per commentare.

Questo sito utilizza cookie propri e di terzi per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzando le tue preferenze e offrendoti funzionalità e contenuti pubblicitari personalizzati, anche incrociando i tuoi dati con quelli provenienti da altre fonti. Se scegli di proseguire nella navigazione, chiudi questo banner o clicchi su “Prosegui con la navigazione”, esprimi il consenso all’installazione dei cookie. In alternativa, seguendo questo link , potrai leggere la nostra cookie policy per esteso, nonché decidere a quali specifici cookie prestare o revocare il tuo consenso.

Prosegui con la navigazione