GRAVIDANZA

I disturbi più comuni in gravidanza

LEGGI IN 2'

Quei fastidi lunghi 9 mesi

In gravidanza spesso diventiamo più ansiose. Per forza di cose siamo portate ad ascoltare maggiormente il nostro corpo e i segnali che ci invia, ma alle volte tendiamo ad esagerare, correndo il rischio di preoccuparci troppo per sintomi che sono invece del tutto nella norma durante la gravidanza.
Ecco allora un piccolo elenco di disturbi piuttosto comuni nei 9 mesi di attesa: disturbi da non trascurare, ma senza allarmismi. Oltre ovviamente al disturbo della gravidanza "per eccellenza": la nausea mattutina.

Congestione nasale
Naso chiuso e muco che scende dal naso in gola possono essere effetti causati dalla maggior quantità di sangue in circolo nel vostro corpo durante la gravidanza, che si presentano anche se non avete mai sofferto di particolari disturbi di questo genere. Esistono in commercio comodi spray di soluzione fisiologica che vi possono aiutare a tenere libero e pulito il naso.

Varici
O più semplicemente piccoli capillari dilatati, sensazione di formicolio alle estremità, edemi alle caviglie e ai piedi. Tutti segni di una circolazione sanguigna più difficoltosa, da tenere sotto controllo in caso di problemi pre-esistenti o di patologie familiari legate alla circolazione. In caso contrario tenere le gambe alte quando state sedute e portare delle apposite calze elastiche sono già delle buone soluzioni.

Crampi
Bassi livelli di potassio e ferro possono causare improvvisi crampi o fastidi alle gambe, soprattutto durante la notte. Verificate con il medico i livelli di questi elementi nel vostro sangue ed eventualmente correggeteli con degli appositi integratori.

Frequente bisogno di urinare
I reni sono sottoposti ad un super lavoro durante la gravidanza. Aggiungeteci il peso del feto che può comprimere la vescica ed ecco spiegato uno stimolo frequente ad andare in bagno.

Stitichezza
Anche chi normalmente non ha di questi problemi può soffrirne in gravidanza. Seguite tutte le buone abitudini anti-stitichezza: bevete tanta acqua, evitate una vita troppo sedentaria, introducete tante fibre nella vostra alimentazione quotidiana. In questo modo scongiurerete quella che potrebbe essere una complicanza fastidiosa anche durante il parto, la comparsa di emorroidi.

Reflusso
Sempre a causa della compressione esercitata dal feto nella cavità addominale lo stomaco potrebbe venire sollecitato e reagire con il reflusso. Evitate cibi che sviluppano gas e fermentazione nell'intestino e preferite una dieta ricca di fibre, per scongiurare anche fastidiosi bruciori di stomaco.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione