GRAVIDANZA

10 curiosità sulla gravidanza

LEGGI IN 3'

Diventare mamma

Ogni futura mamma si ritrova ad affrontare delle curiosità sulla gravidanza che sta affrontando o che si preparerà ad affrontare.

Sono tante le stranezze che, anche chi si trova in dolce attesa, non conosce e per questo non immagina avvengano nel proprio corpo. Ecco tutto quello che c'è da sapere sulla gravidanza: qualche curiosità utile per capire più in profondità il mistero della vita.

1) Il tempo della gravidanza
Di regola una gravidanza dura, come sappiamo, 9 mesi. Forse non sai però che essa può prolungarsi anche oltre, fino addirittura ad un anno. La gravidanza più lunga registrata è infatti durata 375 giorni. Una curiosità in più è “azzardata” da uno studio olandese che afferma una percentuale di figli maschi superiore proprio nelle gravidanze più lunghe.

2) La percentuale di “rischio”
La lacerazione post parto è una conseguenza che colpisce la donna 9 volte su 10. La gravità di queste lacerazioni è abbastanza variabile e soggettiva. Esistono infatti lacerazioni che richiedono solo poche medicazioni superficiali e altre (generalmente 1 su 100) più serie e dolorose.

3) Confessioni imbarazzanti
I muscoli coinvolti nella spinta sono gli stessi che coinvolgono la defecazione. La cosa non è di per sé sorprendente (né deve essere motivo di imbarazzo) in quanto il bambino preme proprio sull’intestino che subisce l’effetto “tubetto di dentifricio”.

4) Questione di … bellezza!
Una futura mamma splende di gioia e di serenità ed è per questo che, molto spesso, ne si loda lo splendore e la solarità, attribuendo la cosa alla semplice emozione per il lieto evento. La spiegazione è invece più scientifica in quanto la quantità di sangue può aumentare anche del 50%, irrorando di più i tessuti e regalando anche un aspetto più morbida e splendente.

5) Il senso dell’olfatto
Se certi sapori e certi profumi ti sembrano particolarmente forti durante il periodo della gravidanza è perché il senso dell’olfatto migliora realmente. L’ipotesi più convincente recita che questo accade perché, in questo modo, la donna eviterebbe di assumere livelli di tossine, anche bassi, che, se per un adulto sono innocui, potrebbero invece danneggiare il feto.

6) Se la taglia aumenta
Fatto curioso e bizzarro riguarda invece la taglia delle scarpe che, durante la gravidanza, può aumentare. Non si tratta infatti solo di una sensazione riconducibile ai piedi più gonfi, ma la spiegazione scientifica è che durante la gravidanza, per facilitare il parto, si allentano i legamenti, cosa che porta il piede ad appiattirsi e ad allargarsi.

7) Mangiare per due
Si dice spesso che la futura mamma abbia il diritto a mangiare doppia razione perché, infondo, deve sfamare due persone! Una donna incinta, in realtà, ha bisogno solo di 300 calorie in più rispetto alla sua normale dieta: praticamente l’equivalente di uno yogurt e qualche biscotto.

8) Le contrazioni
Le contrazioni, che indicano il momento del travaglio e sanciscono il parto stesso, possono però continuare anche per alcuni giorni dopo la nascita del bambino. La spiegazione naturale risiede nella necessità spontanea del corpo di limitare le perdite di sangue successive al momento del parto stesso.

9) La voce dalla pancia
Oltre al battito cardiaco e ai rumori digestivi, il feto, in pancia, sarà perfettamente in gradi di distinguere la voce dei genitori, sebbene “ovattata”. Non solo, parlargli costantemente permette al piccolo di svilupparsi prevenendo e curando alcuni deficit del linguaggio, quale quello della dislessia.

10) Il padre e la gravidanza
Come la madre, anche il padre può mostrare veri e propri sintomi di gravidanza che si manifestano nell’aumento di peso, nausee mattutine e veri e propri crampi all’addome. Si tratta della comune “gravidanza simpatica”, un modo inconscio di vivere questo importante evento insieme alla propria compagna.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione

Questo sito utilizza cookie propri e di terzi per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzando le tue preferenze e offrendoti funzionalità e contenuti pubblicitari personalizzati, anche incrociando i tuoi dati con quelli provenienti da altre fonti. Se scegli di proseguire nella navigazione, chiudi questo banner o clicca su “ACCETTA”, esprimi il consenso all’installazione dei cookie. In alternativa, seguendo questo link , potrai leggere la nostra cookie policy per esteso, nonché decidere a quali specifici cookie prestare o revocare il tuo consenso.

Accetta