SCUOLA

Tornare a scuola senza stress

Come si preparano i piccoli e i grandi alla fine delle vacanze? Tornare a scuola può essere molto dura se non si affronta correttamente il rientro. Ecco qualche consiglio per ricominciare con il piede giusto.
LEGGI IN 3'

Dopo tre mesi di vacanza sentire il suono della campanella del primo giorno di scuola per qualcuno dei nostri bambini può essere l'equivalente di un film dell'orrore. Certo, verso Natale si saranno abituati, ma prima?

Non possiamo aspettare, vedendoli angosciati e vagamente persi.

Come possiamo dare loro una mano ad  affrontare il rientro a scuola nel migliore dei modi dopo il periodo estivo? 

Riabitua tuo figlio alla scuola preparando con lui il necessario

Ha terminato i compiti della vacanze qualche settimana prima del rientro a scuola, vero? Questo significherebbe passare i pochi giorni prima dell'inizio della scuola, sereno e senza l'ansia di doversi cimentare in missioni impossibili. Trascorri gli ultimi giorni di vacanza a scegliere il materiale scolastico insieme a lui: coinvolgilo nell'acquisto di zaino, quaderni, astuccio, diario e libri, sembrerà tutto più bello, più colorato e più piacevole.  

Metti il carburante 

A letto presto e un'abbondante colazione serviranno per partire con il piede giusto: il riposo e la sana alimentazione aiuteranno tuo figlio a fare il pieno di energie.

Non solo: riprendere confidenza con le regole e i buoni principi, gli renderà più semplice l'osservanza di quelle scolastiche e il rispetto dei nuovi orari, della sveglia, del sonno, del tempo libero e di quello dedicato allo studio.

Niente cambiamenti bruschi

Fai in modo che il suo avvicinamento alla scuola sia graduale: se avete trascorso le vacanze fuori e non ha avuto modo di vedere i suoi compagni di classe, organizza una merenda, una pizza, una giornata al mare dove possa incontrare qualcuno dei suoi amici. Sarà un modo piacevole per avvicinarsi alla scuola partendo da ciò che lo fa star bene. 

Bilancia le sue attività

Per ammorbidire lo stacco vacanza-dolce far niente e scuola-doveri, dopo svago e intere giornate in spiaggia, prima di iniziare la scuola, proponi qualche visita in biblioteca e al contempo diminuisci le sue ore davanti alla televisione.

Quando invece avrà ricominciato ad andare a scuola non bombardarlo di attività: sì allo sport che gli permetterà di scaricarsi, ma fai in modo che riprenda tutto in maniera molto graduale, lo studio di uno strumento musicale, il laboratorio creativo o il doposcuola.

E tu cosa puoi fare per prepararti a questo nuovo inizio? 

Tu e tuo figlio: un gioco di squadra!

Adotta un atteggiamento entusiasta, ricordargli che rivedrà i suoi compagni, che potrà parlare delle sue vacanze e quando sarà iniziata la scuola chiedigli sempre come è andata, magari a pranzo o a cena per stimolare la sua voglia di raccontare, e perché no, approfitta per raccontare anche tu di quando eri una piccola studentessa, degli aneddoti della vita scolastica, di quell'insegnante che ti ha fatto dannare. Ne sarà affascinato, si convincerà che in fondo tutti siamo andati a scuola e potrà trarre anche degli stimoli in più.

Organizza, pianifica, metti una cosa dietro l'altra

Se i tuoi orari di lavoro non sono compatibili con quelli della scuola, trova soluzioni pratiche e fatti aiutare! Non sentirti in colpa se non sei Wonder Woman.

Un nonno o una zia disponibile, una mamma o un papà di un compagno di scuola che lo vadano a prendere all’uscita possono essere fondamentali. Niente sensi di colpa: un po' di car sharing non ha mai fatto male a nessuno e ti permette anche di risparmiare!

Riorganizza con cura le tue giornate in base ai nuovi orari: una bella agenda ti salverà dal “me ne ero proprio dimenticata!” oppure usa le note dello smartphone per scrivere le cose che ti vengono in mente, e poi ricordati di guardarle! 

SOS assistenza compiti

  1. I primi giorni saranno duri per lui, soprattutto se qualche insegnante inizia subito con un ritmo sostenuto e ci sono compiti a casa già nei primi giorni.
  2. All'inizio stagli vicino nello svolgimento: non perdere la pazienza, ricordati che sta lavorando per riacquistare la gestione completa delle sue energie mentali e non è affatto facile. Che fatica per lui anche solo stare seduto più di 15 minuti!

Qui trovi alcune dritte per affrontare il primo giorno di scuola.

Quando un bimbo va a scuola è un po' tutta la famiglia che va in qualche modo con lui. Si apre una nuova stagione ricca di avventure: in bocca al lupo!

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione

Questo sito utilizza cookie propri e di terzi per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzando le tue preferenze e offrendoti funzionalità e contenuti pubblicitari personalizzati, anche incrociando i tuoi dati con quelli provenienti da altre fonti. Se scegli di proseguire nella navigazione, chiudi questo banner o clicca su “ACCETTA”, esprimi il consenso all’installazione dei cookie. In alternativa, seguendo questo link , potrai leggere la nostra cookie policy per esteso, nonché decidere a quali specifici cookie prestare o revocare il tuo consenso.

Accetta