DONNE E LAVORO

Come si diventa naturopata

LEGGI IN 2'

La figura professionale del naturopata è una di quelle del futuro, complice la voglia crescente di adottare rimedi che siano il più possibili come natura comanda. In Italia oggi appartiene ancora al settore delle Medicine non Convenzionali, quindi non ha regolamentazioni ben precisi, ma comunque esiste un percorso formativo che ogni professionista deve avere. Come si diventa naturopata? E quali sono i requisiti che dobbiamo chiedere per essere sicuri di trovarci di fronte a una persona qualificata?

A livello regionale esistono delle normative che inquadrano questa professione, mentre all'estero è regolamentata in molti paesi europei. Anche se non esistono albi professionali o scuole riconosciute dallo Stato, questo non vuol dire che ci si può improvvisare. Esiste un percorso formativo di 3-4 anni, dopo il diploma, con corsi e seminari che spesso vengono organizzati anche dalle università. In Italia, ad esempio, c'è la Scuola di Naturopatia dell’Istituto Riza, patrocinata dalla Società Italiana di Medicina Psicosomatica e dalla Società Italiana Scienze del Benessere, ma ce ne sono anche altre di istituti qualificati, che è sempre bene scegliere per poter operare in tutta tranquillità.

Il naturopata, ovviamente, deve sempre mantenersi aggiornato e può lavorare sia nel suo studio privato, sia in enti che si occupano di medicina olistica alternativa, centri specializzati che propongono più figure professionali dello stesso settore.

Se ogni persona che sogna di diventare naturopata deve sapere che non può improvvisare questo mestiere, ma deve essere a conoscenza di tante materie, spesso anche legate a rimedi naturali e al mondo della salute e del benessere, anche chi si rivolge a un naturopata deve essere consapevole della formazione di chi ha di fronte. Tutte le attività di medicina olistica alternativa in Italia non sono ancora regolamentate, anche se sono molte le proposte in tal senso per legiferare il prima possibile. Così da avere anche un quadro più chiaro, per la sicurezza di chi opera seriamente e di chi si rivolge a questi professionisti.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione