POLLICE VERDE

Come coltivare la scilla: 7 consigli utili

LEGGI IN 2'

Coltivare la scilla è facile: inserire questa bulbosa nel tuo angolo verde è una di quelle idee semplici per abbellire il balcone, con dei piccoli punti di colore intenso, o arricchire il giardino con una zona floreale armoniosa.

Infatti, la scilla si coltiva in vaso o in piena terra, anche se devi fare attenzione perché è tossica.

Le scilla fioriscono più o meno tra fine inverno e primavera e ci sono molte varietà come la Scilla Siberica, la Scilla Campanulata, detta anche giacinto di legno o campanula spagnola, la scilla Peruviana.

 

Come coltivare la scilla: 7 consigli utili

1) Pianta la scilla in posti soleggiati o in ombra parziale, anche sotto arbusti e alberi.

2) Il terreno, preferibilmente, deve essere abbastanza fertile e soprattutto non deve trattenere l’acqua perché la scilla non sopporta i ristagni idrici. Quindi, se la coltivi in vaso, alla base, metti un po’ di argilla espansa;

3) Per coltivare la scilla, pianta i bulbi verso la prima parte dell’autunno, in un periodo in cui non ci sono gelate.

4) Come piantare i bulbi di scilla? Mettili a circa 7-10 centimetri di profondità e collocali di modo che la punta sia verso l’alto. Annaffiali.

5) Se pianti tanti bulbi, disponili a 5-10 centimetri di distanza l’uno dall’altro. Se opti per una distanza minima, puoi ottenere una sorta di piccolo prato.

6) Per curare la scilla, dopo che le foglie cominciano ad appassire, toglile solo quando diventano gialle, per dare al bulbo il tempo e la possibilità di assumere energia: per la prossima stagione, vedrai i fiori spuntare di nuovo;

7) Puoi abbinare la scilla con altre bulbose come i narcisi, i crochi e i bucaneve.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione