2019/12/15 12:35:4016626
2019/12/15 12:35:4130008

POLLICE VERDE

Come coltivare i gladioli: 11 consigli utili

LEGGI IN 2'

Coltivare i gladioli aggiunge al nostro angolo verde degli splendidi steli lunghi costellati di fiori che si susseguono uno dopo l’altro.

Si tratta di bulbose estive ovvero fiori che si sviluppano a partire da un bulbo-tubero detto cormo. Sono belli sia raccolti in mazzi sia inseriti nelle aiuole del giardino.

Come coltivare i gladioli: 11 consigli utili
1) Per questi fiori, può andare bene quasi ogni tipo di terreno, ma preferisci quello che ha un buon drenaggio e non fa ristagnare l’acqua, con un ph intorno a 6-7 (leggermente acido), che avrai concimato con un concime organico, come il letame o il compost maturo, prima della messa a dimora, durante la zappettatura.

2) Nella progettazione del giardino o sul balcone, prevedili in una zona luminosa e soleggiata dal clima moderato.

3) Piantali in primavera, dopo le gelate, con la punta verso l’alto, a circa 4 centimetri di profondità. In giardino, tra un bulbo e l’altro, mantieni 15-20 centimetri circa di spazio.

4) Puoi anche piantare i gladioli in vaso.  

5) Se ti piace avere il giardino fiorito con continuità, ogni 7-10 giorni circa, pianta dei nuovi bulbi.

6) Per coltivare i gladioli, forniscigli l’acqua di cui necessitano soprattutto se non piove o piove poco, ma non far formare i ristagni.

7) Per controllare l’umidità, puoi anche pacciamare il terreno.

8) Se vuoi raccogliere i singoli gladioli, puoi procedere quando il primo fiore o i primi due fiori sbocciano, alla sera o al mattino presto, tagliandoli di traverso: prima di comporre il tuo mazzo, prova a lasciarli in acqua al buio in un luogo fresco. Ma attenzione: se vuoi piantarli di nuovo, lascia le foglie sulla pianta in quanto costituiranno il nutrimento del bulbo piantato.

9) Ad ogni modo, togli i fiori secchi.

10) Soprattutto se abiti in una zona molto fredda, quando le foglie diventano gialle, tira dal terreno il cormo lasciando 2-3 centimetri dello stelo. Quindi, fai asciugare i piccoli cormi che si sono formati togliendo il vecchio cormo e li riponi in un sacchetto, in un posto asciutto: potrai rimetterli a dimora in primavera. Puoi trattare i bulbi con un prodotto specifico per evitare eventuali funghi.

11) Tra i problemi, i gladioli potrebbero essere colpiti da funghi, se il bulbo-tubero è soggetto all’umidità, o dagli afidi.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione

Ogni giorno un nuovo trucco!

Vieni su Instagram per scoprire curiosità, trucchi per la tua casa e molto altro.

Cosa ne pensi?
INVIA
o Registrati a DonnaD per commentare.

Questo sito utilizza cookie propri e di terzi per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzando le tue preferenze e offrendoti funzionalità e contenuti pubblicitari personalizzati, anche incrociando i tuoi dati con quelli provenienti da altre fonti. Se scegli di proseguire nella navigazione, chiudi questo banner o clicchi su “Prosegui con la navigazione”, esprimi il consenso all’installazione dei cookie. In alternativa, seguendo questo link , potrai leggere la nostra cookie policy per esteso, nonché decidere a quali specifici cookie prestare o revocare il tuo consenso.

Prosegui con la navigazione