ALL'ESTERO

Che cosa si mangia all’Epifania?

LEGGI IN 2'

L’Epifania cade esattamente 12 giorni da Natale, il 6 gennaio. In alcune chiese ortodosse si festeggia il 7 o il 19 gennaio, quindi non ti stupire se trovi delle date diverse. Ma che cosa rappresenta questa festa? È il momento in cui i cristiani ricordano i Magi (a volte chiamati anche i Re Magi) che hanno visitato Gesù.

Per alcune Chiese è il momento in cui Gesù fu battezzato, quando aveva circa 30 anni, e iniziò a insegnare la parola di Dio. Epifania significa 'rivelazione' e sia la visita dei Magi sia il suo Battesimo sono momenti importanti in cui è stata rivelata il suo valore.

Che cosa si mangia durante questo evento? Dipende molto dal Paese, per esempio in Spagna la mattina dell'Epifania, potresti andare dai fornai locali e acquistare una torta/pasta speciale chiamata "Roscón", un rotolo a forma di anello che ricorda una corona. Normalmente è farcita con crema o cioccolato

In Francia potresti mangiare una "Galette des Rois", un tipo di torta di mandorle. Al suo interno potresti trovare un regalo o una corona giocattolo cotta ed è decorata con una corona di carta dorata.

Ci sono tradizioni simili in Messico, dove è tradizione mangiare una torta speciale chiamata "Rosca de Reyes" (Torta dei tre re). All'interno della torta è nascosta una figura di Gesù Bambino. Chi la trova è il "padrino" di Gesù per quell'anno.

In Belgio, i bambini si travestono da Re Magi e vanno di porta in porta per cantare canzoni e le persone danno loro soldi o dolci, un po' come Dolcetto o Scherzetto ad Halloween. In Irlanda, l è chiamata anche "Nollaig na mBean" o Natale delle donne. Tradizionalmente le donne hanno il giorno libero e gli uomini fanno le faccende domestiche e cucinano! E in Italia arriva la Befana che porta dolci tradizionali, tra cui cioccolato, torrone e carbone.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione