BENESSERE

Bruciagrassi efficaci: verdure che aiutano a dimagrire

LEGGI IN 2'

Ci siamo messi di buona lena e la nostra intenzione e metterci a dieta per riprendere la forma perduta dando spazio all’attività fisica e a pasti equilibrati. Mentre il nostro programma di fitness è gia chiaro, cosa scegliere per la dieta?

Nessun alimento riuscirà a bruciare grassi in autonomia senza un'adeguata attività di fitness, ma ce ne sono alcuni che possono contribuire ad assumere meno calorie come le verdure.

Le verdure possono aiutare a sciogliere l'adipe in eccesso e a ridurre il gonfiore addominale. Inoltre aiutano a costruire massa muscolare togliendo energia alle cellule adipose, ad accelerare il metabolismo, a sentirci sazi in modo da limitare l'assunzione di cibo.

Patate americane

Rientrano nel campo dei carboidrati lenti che vengono digeriti facilmente tanto da farci sentire sazi e appagati più a lungo. Tra gli ingredienti fontamentali ci sono i carotenoidi che stabilizzano i livelli di zucchero nel sangue  tanto da convertire le calorie in energia. Limitano, quindi, l'accumulo di grassi, e aiutano a perdere peso.

Cetrioli

I cetrioli, perfetti per succulente insalate, contengono, acido tartarico, un elemento organico per evitare che carboidrati ingeriti durante lo stesso pasto si trasformi in adipe ma vengano eliminate dall'organismo. 

Spinaci

I vegetali a foglia verde come gli spinaci sono ricchi di sostanze nutritive che stimolano l'energia come vitamine, ferro e acido folico. Aiutano a limitare l'apporto calorico e spingendo il corpo a bruciare i grassi, grazie a composti naturali come i tilacoidi che inibiscono l’appetito.

Cavolfiori 

Dall'aspetto di grandi fiori di forma tondeggiante, i cavoli comuni di tipo bianco sono poco calorici e facilmente digeribili. Di conseguenza, essenziali nel processo brucia grassi in quanto il corpo stimola a digerire più velocemente, accelerando il metabolismo.  

Asparagi

Gli asparagi, per piatti unici e raffinati, sono ideali in quanto combattono la ritenzione idrica, e le calorie che vengono consumate dall’organismo per digerirlo superano quelle dell'alimento stesso (20 calorie per 1 etto).

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione