PSICOLOGIA

Superare la 'sindrome da letargo'

LEGGI IN 4'

Sonnolenza di primavera

Il meteo ballerino di questi mesi di primavera non sembra voler volgere al meglio. Il risultato è che la ‘sindrome da letargo’ non ci lascia tregua e ci colpisce specialmente in occasione dei bruschi cambiamenti di temperatura, quando il nostro fisico impiega molte energie per adeguarsi ai nuovi ritmi per allontanare i malanni in agguato.
La stanchezza cronica è il sintomo generale più diffuso che diventa davvero insostenibile se si aggiungono le classiche problematiche legate alle allergie e alle difficoltà respiratorie.

Le cause della stanchezza
Non solo stanchezza, ma anche irritabilità e calo della concentrazione sono altre due variabili da considerare in questo lungo periodo di ‘disagio’ che prepara all’estate dove, finalmente, il corpo ritrova nuova vita.
Le cause di questo ‘intorpidimento’ della mente, specialmente nei soggetti più sensibili, si verifica con un abbassamento della pressione arteriosa che è causa non solo di sonnolenza ma anche di forti emicranie.

Ad influire, in questo periodo dell’anno, è molto spesso anche l’alimentazione che è all’origine di disturbi legati all’appetito e alla digestione. Il consumo di pasti leggeri e salutari, accompagnati da molta acqua, è perfetto per aiutare il fisico a disintossicarsi e affrontare con ottimismo ogni giorno, senza bisogno di ricorrere a diete troppo castigate!

Consigli pratici anti-letargo

Ma come fare a combattere efficacemente la “sindrome da letargo” per tenere lontana la spossatezza tipica di primavera e ritrovare subito il buon umore?

1) La cura di sé
Le attenzioni verso se stessi e verso i bisogni del proprio corpo sono fondamentali in questo periodo di transizione. Il sonno e il riposo sono fondamentali, da alternare, possibilmente, a periodi di forte sovraccarico di stress. No a prove costume rigide e rinunce troppo drastiche: la bellezza e la cura del proprio corpo vanno ricercate lentamente. Sì quindi ai trattamenti corpo rilassanti, ai bagni di fieno, trattamenti di bellezza a base di fiori e massaggi rilassanti in sostituzione di brusche ‘cure’ Detox apparentemente rigeneranti, ma in realtà semplicemente stancanti per il proprio fisico.
2) Un aiuto dagli integratori
Gli integratori, in questa fase, possono offrire un valido sostegno a fisico e alimentazione. Vitamine e sali minerali sono indispensabili nella dieta di tutti i gironi, ma se non dovessero essere sufficienti è opportuno rincarare la dose con prodotti erboristici naturali, come pappa reale, ginseng o ginkgo biloba che aiutano la concentrazione anche nei momenti più difficili.
3) In forma con il fitness
Lo sport è fondamentale nella tua routine giornaliera. Nonostante l’attività fisica sia imprescindibile è importante non chiedere troppo al proprio corpo e cercare di non andare oltre le proprie possibilità. Una passeggiata, un po’ di stretching o del fitness leggero talvolta sono sufficienti per liberare la mente e scaricare la tensione accumulata, ritrovando energie e vigore!
4) La scelta del guardaroba
Proprio perché la primavera è una stagione ballerina, è importante prestare grande attenzione ai frequenti sbalzi di temperatura e alla scelta conseguente dei vestiti. L’arrivo della bella stagione non deve ingannare!

I rimedi naturali

Oltre ai comportamenti e alle attività utili per uscire, a poco a poco, da questo stato di sonnolenza che interessa tutto l’organismo, può rivelarsi utile ricorrere ai rimedi naturali più efficaci per ridurre gli stati nervosi (scopri cos'è un esaurimento nervoso) e la pigrizia dilagante.

Il ginseng è perfetto per innalzare le capacità di concentrazione e per combattere i forti livelli di stress fisico e mentale a cui il corpo è sottoposto in primavera. Il suo pregio è quello di aumentare la resistenza alla fatica fisica e di stimolare l’umore e il tono generale. È preferibile assumerlo nelle dosi consigliate al mattino in quando nel pomeriggio potrebbe provocare insonnia.

Il ginkgo biloba è una pianta benefica capace di stimolare la circolazione e la microcircolazione con effetti positivi sulla memoria e sulla concentrazione. Il ginkgo biloba è un rimedio efficace per tenere lontana la depressione e le emicranie, pur essendo sconsigliato sui bambini e alle donne in gravidanza o durante l’allattamento.

La pappa reale è il rimedio naturale più adatto ai soggetti che, in questo periodo, soffrono forti crisi d’umore e sbalzi emotivi. I suoi effetti benefici hanno infatti grande efficacia sul sistema nervoso, combattendo l’ansia e i disturbi del sonno, regalando subito il sorriso. L’unico consiglio è quello di evitare un utilizzo troppo prolungato nel tempo perché l’effetto opposto, in questo caso, è quello dell’irritabilità, specialmente se assunto nel tardo pomeriggio.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione

Ogni giorno un nuovo trucco!

Vieni su Instagram per scoprire curiosità, trucchi per la tua casa e molto altro.

Cosa ne pensi?
INVIA
o Registrati a DonnaD per commentare.

Questo sito utilizza cookie propri e di terzi per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzando le tue preferenze e offrendoti funzionalità e contenuti pubblicitari personalizzati, anche incrociando i tuoi dati con quelli provenienti da altre fonti. Se scegli di proseguire nella navigazione, chiudi questo banner o clicca su “ACCETTA”, esprimi il consenso all’installazione dei cookie. In alternativa, seguendo questo link , potrai leggere la nostra cookie policy per esteso, nonché decidere a quali specifici cookie prestare o revocare il tuo consenso.

Accetta