IN FORMA

Tutto il buono dei carboidrati

LEGGI IN 2'

Se finora erano questi alimenti i principali imputati per ogni problema di linea (troppe curve morbide? Colpa di un piatto di spaghetti di troppo; un paio di chiletti in più? Merito di pizze gustose), oggi un gruppo di ricercatori del Beth Israel Deaconess Medical Center (Usa) parte alla riscossa. Pare infatti che privare drasticamente l'organismo dei carboidrati danneggi la salute della arterie e alla lunga perfino il funzionamento del cuore.

Bandire pane e pasta fa assottigliare, certo. Ma al tempo stesso è causa di aterosclerosi, l'infiammazione delle arterie causata dalla formazione di spesse placche che impediscono il corretto fluire del sangue e nei casi gravi possono causare ulcere o occlusioni dell'arteria stessa. Non a caso infatti l'arteriosclerosi è accusata di provocare ictus e infarto. A questo effetto negativo se ne aggiunge poi un altro: la dieta povera di carboidrati fa diminuire la capacità di formare nuovi vasi sanguigni nei tessuti già danneggiati.

Con ulteriore rischio per la salute del cuore. Il collegamento tra problemi circolatori e privazione da carboidrati era emerso seguendo gruppi di persone sottoposte a stretto regime dietetico, in cui i casi di infarto erano molto superiori alla media. Da queste osservazioni è partito il lavoro dell'equipe  statunitense, che ha condotto un lungo lavoro di ricerca su cavie da laboratorio.

I risultati non hanno lasciato spazio a molti dubbi: i topolini sottoposti a dura dieta, senza carboidrati, presentavano un'incidenza di arteriosclerosi molto maggiore di quelli che avevano goduto di un'alimentazione più equilibrata. Bandire del tutto pane e pasta è dunque dannoso. A patto però di non esagerare, e prendere i risultati della ricerca come istigazione a rimpinzarsi di carboidrati. Perché quel che l'equipe medica suggerisce come dieta ideale comprende un bilanciamento dei carboidrati con frutta, verdura e proteine. Proprio come previsto dalla tradizionale dieta mediterranea. E molto movimento fisico...

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione

Questo sito utilizza cookie propri e di terzi per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzando le tue preferenze e offrendoti funzionalità e contenuti pubblicitari personalizzati, anche incrociando i tuoi dati con quelli provenienti da altre fonti. Se scegli di proseguire nella navigazione, chiudi questo banner o clicca su “ACCETTA”, esprimi il consenso all’installazione dei cookie. In alternativa, seguendo questo link , potrai leggere la nostra cookie policy per esteso, nonché decidere a quali specifici cookie prestare o revocare il tuo consenso.

Accetta