IN FORMA

Dieta mediterranea: che cos’è e dove nasce?

LEGGI IN 2'

Sentiamo sempre parlare di dieta mediterranea e dei suoi numerosissimi benefici per la salute, ma di cosa si tratta esattamente? Da dove nasce? Ecco qualche informazione per saperne di più su una delle diete più famose e seguite. 
La dieta Mediterranea, che oggi caratterizza uno degli stili alimentari più diffusi e apprezzati in tutto il mondo, si sviluppò nell’area della Mezzaluna fertile, tra Egitto e Mesopotamia. In questi luoghi - resi particolarmente fertili dalla presenza di grandi fiumi, come il Tigri, l’Eufrate e il Nilo - nacque l’agricoltura, che spinse gli uomini – fino a quel momento cacciatori e nomadi - a stabilirsi in un posto definitivamente.

Da quei luoghi, l’attività agricola – e in seguito anche quella della pastorizia - si sviluppò sempre di più fino a estendersi in altri Paesi vicini al Mediterraneo, inclusa l’area che nel corso della Storia sarebbe diventata la penisola italiana. Nacquero così le coltivazioni di cereali, i legumi, ma si diffuse anche l’allevamento di ovini, i caprini e i bovini.

Cos’è esattamente la dieta mediterranea? In realtà, il termine dieta potrebbe apparire un po’ fuorviante, perché si tratta effettivamente di uno stile e di un insieme di abitudini alimentari riconosciuti dalla comunità scientifica internazionale, tanto da essere diventato patrimonio immateriale dell’Unesco. Secondo l’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’Educazione, la Scienza e la Cultura, la dieta mediterranea è la sintesi di competenze, conoscenze e tradizioni che riguardano la raccolta e la trasformazione dei cibi, la preparazione e il consumo degli alimenti, tra i quali troviamo soprattutto olio d’oliva, cereali, frutta fresca e secca, verdure, pesce, latticini e carne (soprattutto ovina), condimenti semplici, spezie e vino. 



Tuttavia, da alcuni anni, con il termine dieta mediterranea si tende a identificare uno stile di vita sano basato su un’alimentazione completa e varia, in cui si da ampio spazio al consumo di frutta e verdure fresche e di stagione, ai legumi e ai cereali integrali, ma anche all’olio extra vergine d’oliva. Latticini freschi e carne, invece, sono identificati come cibi da consumare con moderazione e più raramente (a differenza di quanto previsto dalla dieta Plank o da quella Zona), proprio come il vino. Il tutto deve essere accompagnato da un’attività fisica regolare, in grado di garantire salute e benessere.

 

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione