IN FORMA

Piloga, una carezza per la schiena

LEGGI IN 3'

Piloga, una carezza per la schiena

Prendete due delle discipline del fitness che amate di più, lo yoga e il pilates. Prendete il meglio di entrambi: il relax psicofisico che regala il primo e la flessibilità e la postura che vi conquistate con il secondo e avrete il piloga, o yogilates.

Nato negli Stati Uniti grazie a un’intuizione di Jonathan Urla, personal trainer e istruttore di entrambe queste attività, che, praticandole quasi “per caso” una di seguito all’altra, si accorse di come si integrassero alla perfezione e anzi fossero complementari.

Un toccasana per la schiena

I problemi che traggono maggior beneficio da questa azione combinata sono anche alcuni tra i più diffusi, per questo il piloga si candida ad essere una delle discipline più amate dalle donne. Stiamo parlando di tensioni da stress e contratture muscolari: e se passate molte ore alla scrivania nella stessa posizione (scorretta, magari), se  i vostri fastidi hanno a che fare con la zona cervicale, o se siete costantemente accompagnate dalla lombalgia... vale davvero la pena di provare questa nuova tecnica mista che va a fornire un valido supporto a tutta la colonna vertebrale.

Yoga+Pilates = postura ok

Durante la parte della lezione dedicata allo yoga potrete rilassarvi e scaricare la tensione soprattutto attraverso un lavoro incentrato sulla respirazione, da sempre il cuore di questa disciplina. Ideale per cercare di raggiungere un’armonia tra corpo e mente i minuti dedicati allo yoga predispongono all’ascolto del proprio corpo, indispensabile per aumentare la propriocezione. Come riscaldamento vengono spesso utilizzate anche alcune posizioni dello yoga, le Asana. Nella fase dedicata al pilates invece sarà il comparto muscolare quello più sollecitato, in particolare il core, ovvero la zona centrale del corpo che corrisponde ai muscoli addominali, pelvici e lombari, il comparto muscolare che serve a sostenere la nostra figura. A questo proposito vi allenerete con una serie di esercizi a terra, ad esempio gli “hammock”, che mirano alla tonificazione muscolare. Avere addominali sodi non è soltanto un modo di combattere la pancetta ma anche un valido aiuto che si fornisce alla propria schiena, sorreggendola meglio. È sicuramente il tronco la parte del corpo maggiormente sollecitata nel piloga, che acquista così elasticità e coordinazione, e la colonna vertebrale non può che trarre beneficio da questo riassetto.  Conquistare una postura corretta diventa così più semplice, grazie ad un fisico più tonico e a una maggiore consapevolezza del proprio corpo.

Una disciplina per tutti

Concentrandosi sul benessere della nostra spina dorsale e del baricentro del nostro corpo il piloga si rivela quindi adatto per tutte le età, anche per le meno giovani, visto che non sollecita eccessivamente le articolazioni e non prevede movimenti bruschi. Per gli stessi motivi è praticabile anche da persone sovrappeso. Attenzione però: il piloga contribuisce a un miglioramento dello stato psicofisico, alla postura e al mantenimento della forma ma non si può considerare uno sport a tutti gli effetti. Se desiderate praticare un’attività aerobica per eccellenza, o se il vostro obiettivo è perdere peso, sarà opportuno affiancare al piloga una disciplina “classica” come il nuoto o la corsa.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione