IN FORMA

Meditare con lo Zen

LEGGI IN 2'

Il Giappone da sempre affascina con il suo mistero e con le sue atmosfere sognanti. E proprio dal paese del Sol Levante molte tecniche per ritrovare il benessere hanno trovato terreno fertile. Una fra tutte è la meditazione zen, antica tecnica praticata dai monaci per ritrovare se stessi attraverso la concentrazione interiore.

La meditazione, ai giorni nostri, si presta molto bene per affrontare i problemi di salute dovuti allo stress. Il benessere mentale influenza in maniera positiva la salute del corpo. Gli effetti positivi riguardano la diminuzione del livello di stress, lo stato di salute generale e influisce anche sulle condizioni di attenzione, memoria e concentrazione.

L'elemento base della pratica zen è il controllo della respirazione. Attraverso essa si fornisce un aiuto reale per la cura del corpo e un rafforzamento per la mente. Molti studi hanno suggerito che la meditazione può ridurre anche la pressione sanguigna, il colesterolo e assicurare una migliore qualità del sonno.

Non solo benessere fisico ma anche mentale, infatti, grazie ad una pratica costante aumenta anche il grado di felicità, migliora la stabilità emotiva e riduce la nostra irritabilità contrapponendo sensazioni di pace e benessere.

Per iniziare non sono necessarie lunghe sedute di meditazione, ma pochi minuti al giorno sono più che sufficienti. Uno dei metodi per diminuire la respirazione è quello di espirare lentamente attraverso il naso e viceversa inspirare molto velocemente. Anche trovare il tempo per gli esercizi è molto semplice, devi semplicemente chiudere gli occhi per eliminare le distrazioni e cominciare a controllare la respirazione, isolando i rumori intorno.

La meditazione è aiutata anche dalla postura che deve essere di rilassamento da seduti. Il corpo si trova in uno stato di calma e le mani possono essere congiunte all'ombelico, appoggiate alle ginocchia oppure sulle cosce, con le dita aperte.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione