IN FORMA

Gelato, che passione!

LEGGI IN 3'

Gli italiani sono dei veri e propri appassionati consumatori tanto è vero che il consumo di gelato oggi si aggira intorno ad una media di un chilo al mese pro capite.

Recenti studi e ricerche hanno rivalutato il gelato come alimento osservando come contribuisca all'apporto di sostanze benefiche per il nostro organismo e non incida negativamente sulla nostra dieta.

Per avere i maggiori nutrienti bisognerebbe innanzitutto privilegiare i gusti alla frutta anche se quelli al latte non sono più calorici dei dessert tradizionali quale ad esempio il tiramisù: l'apporto energetico di una fetta di questo dolce è infatti tre volte superiore a quello di una coppa a base di latte.

Scegliere come dessert una porzione di gelato vuol dire gustare un alimento equilibrato e ben bilanciato, un'ottima proporzione tra proteine, carboidrati/zuccheri e grassi.

Il livello di TAA ( attività antiossidante totale) è una delle proprietà benefiche del gelato artigianale: la presenza di vitamine A e C si contrappone alla formazione di radicali liberi e contribuisce nell'azione contro le malattie degenerative ( caratteristiche presenti soprattutto nel gelato al gusto di frutti di bosco).

La presenza di sali minerali quali il calcio e il fosforo, nei gusti al latte contribuisce inoltre al rinforzamento del tessuto osseo, indispensabile per bambini ed anziani.

Negli ultimi anni stanno prendendo piede anche i gelati preparati con erbe e piante salutari per esaltare il grande beneficio di questo importante alimento. Incontrano particolare entusiasmo alcuni gusti presentati dall'Accademia della Gelateria Italiana : Crema alla Pappa Reale e miele adatto a chi deve sostenere un forte impegno fisico e mentale, ma anche Ginseng, Alloro, Coriandolo, Finocchio Selvatico e ai semi di Anice.

Il gelato artigianale è un alimento genuino e privo di conservanti. Una volta acquistato, conservalo nel freezer domestico ad una temperatura di -15°/-18°. Ricorda che nelle confezioni termiche nelle quali viene venduto si mantiene non più di un'ora.

Se la tua scelta si orienta verso il gelato industriale, tieni presente questi semplici suggerimenti utili al momento dell'acquisto:

-          leggendo l'etichetta degli ingredienti, prediligi la presenza di "panna" a quella dei "grassi vegetali": la presenza della panna infatti rende il gelato più cremoso, morbido e più salutare;

-          scegli i gelati che hanno l'aggiunta di coloranti naturali indicati con il termine "aromi naturali", in quanto la sola parola "aromi" indica la presenza di coloranti di sintesi chimica;

-          il cioccolato è il gusto che non ha coloranti e che ha pochi aromatizzanti. Ma quanto cioccolato contiene realmente? Controlla sempre l'etichetta se la copertura è "al cacao"indica una percentuale minore rispetto a quella evidenziata dalla dicitura "di cacao".

-          i gelati o i ghiaccioli "al gusto di" o "all'aroma di" potrebbero non avere neanche un grammo di frutta, ma solo coloranti. Scegli i gelati "di frutta" o "alla frutta" che hanno la percentuale di frutta indicata in etichetta.

-          i gelati senza zuccheri e grassi, hanno poche calorie ma spesso vengono usati zuccheri ipocalorici che potrebbero avere effetti lassativi. Consumane con moderazione.

-          il gelato è ricoperto di brina? Il cartoncino della coppetta è un po' sollevato? Meglio scartarli e non consumarli poiché anche se non sono a rischio igienico, i grassi possono degradarsi e rendere il gelato gommoso, spugnoso e modificarne il gusto.

-          non fare consumare ai tuoi bambini troppi ghiaccioli in quanto hanno pochi nutrienti, sono ricchi di zucchero e hanno pochissima frutta.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione