VISO E CORPO

Smagliature? No, grazie! Nuove tecniche e metodi naturali per ridurle

LEGGI IN 4'

Compaiono dopo una gravidanza, durante la crescita e quasi sempre dopo una dieta. Stiamo parlando di smagliature. Forse le tue prime smagliature si sono formate da adolescente, nel periodo più delicato in cui il tuo corpo è cambiato: in genere compaiono vicino alle articolazioni, sulle gambe e sui fianchi, perché mentre le ossa si allungano la cute non è pronta ad affrontare questo “stiramento” graduale. Se sei mamma, una seconda “infornata” di smagliature sul tuo corpo può essere arrivata col parto. Le smagliature in gravidanza si formano per i chili acquisiti durante la gestazione: mentre le forme si fanno più morbide, la pancia diventa ogni giorno più grande e il seno si prepara ad allattare. Se hai fatto una dieta dimagrante, oppure se hai ripreso in breve tempo un bel po’ di chiletti che avevi smaltito, potresti notare sul corpo le tipiche smagliature dell’effetto yo-yo: gli accumuli adiposi tendono la pelle, che poi si “sgonfia” eliminando le riserve di grasso sottocutaneo “smagliando” la cute. 

Ma cosa sono esattamente queste antiestetiche "strie" (tecnicamente si chiamano così), che solcano la pelle? Le smagliature non sono altro che “cute atrofica”, cioè un assottigliamento della pelle nello strato più profondo del derma, evidente anche in superficie. 

Quando si formano le smagliature sono dicolore rosa: è il segno dell’infiammazione cutanea su cui puoi ancora agire per contrastarle. Col tempo le smagliature diventano più chiare e quindi meno visibili se hai la pelle diafana, oppure più evidenti se hai una carnagione olivastra e quando ti abbronzi.

Il primo passo per evitare le smagliature è prevenirle. Tieni sempre la pelle idratata, da dentro e da da fuori. Bevi almeno 2 litri d’acqua al giorno. Dopo la doccia applica sempre un fluido per il corpo a base di vitamina D o vitamina E. Se sei soggetta alle smagliature su determinate parti del corpo insisti sulle zone specifiche con un burro nutriente per mantenere l’elasticità della pelle. Durante la gravidanza applica quotidianamente una crema idratante soprattutto su pancia, seno, cosce e fianchi: è importantissimo continuare a idratare la pelle anche dopo aver partorito, perché questo è il momento in cui la tua pelle subisce l’“effetto fisarmonica”. 

Combatti le smagliature a tavola. La dieta mediterranea è utilissima per prevenire le smagliature: il pesce, l’olio di oliva, la pasta e i legumi sono ricchi di acidi grassi non saturi che aiutano il metabolismo cutaneo e attivano i fibroblasti cellulari. Tra questi sono importantissimi gli Omega 3 e 6, che ti aiutano anche a tenere sotto controllo il colesterolo. Sulla tua tavola non deve mai mancare tanta frutta e verdura, che è alla base di una dieta sana ed equilibrata: mangiare bene ti aiuta a mantenere il tuo peso forma, evitando così le smagliature legate alla variazione della silhouette.

Stimola il microcircolo. Evita anche di indossare abiti troppo stretti, che rallentano la circolazione. Per stimolarla, fai qualche spruzzo d’acqua tiepida con il docciature, oppure alternando getti d’acqua calda e fredda come suggerisce il metodo Kneipp. 

Elimina le smagliature dal dermatologo. Per attenuare la visibilità delle smagliature leggere puoi fare un’esfoliazione chimica, come il peeling o la dermoabrasione: entrambi gli interventi sono poco invasivi e riducono molto la visibilità delle smagliature poco evidenti. Se invece hai molte smagliature profonde e te ne vuoi liberare definitivamente la medicina ti viene in aiuto con il laser frazionato, da solo o in abbinamento con i raggi infrarossi: bastano un paio di sedute, a volte una sola, per renderle invisibili. 

Tra le tecniche più innovative per ridurre le smagliature c’è la Biodermogenesi, un trattamento brevettato e ad oggi il più efficace contro le smagliature, che stimola la produzione di collagene e in 8 sedute rende pressoché invisibili le smagliature: gli studi clinici dimostrano che riduce la stria dell’85%. Puoi fare l’intervento nei centri estetici specializzati.

I rimedi naturali fai-da-te. Una volta ogni due settimane fai uno scrub esfoliante delicato fatto in casa: puoi prepararlo in casa mescolando in una ciotola un cucchiaio di zucchero assieme a un po’ d’olio di oliva e olio essenziale di lavanda o rosmarino (li trovi in erboristeria) dall’azione lenitiva e tonificante. In questo modo elimini le cellule morte e il ricambio cellulare rende meno evidenti le smagliature. Prova anche a fare qualche impacco di fanghi termali: sono ricchissimi di sali minerali, che stimolano la rigenerazione dei tessuti. Fai massaggi alle zone striate con olio di jojoba o di mandorla dolce, super elasticizzanti. Tra i cosmetici “green” antismagliature puoi provare anche le creme a base di bava di lumaca, ricche di collagene ed elastina per ridare tonicità alla pelle.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione