VISO E CORPO

Laser o luce pulsata? Le tecniche di depilazione permanente a confronto

LEGGI IN 4'

L’estate si avvicina e con lei l’arsenale di rasoi, cerette, creme depilatorie per tenere a bada i peli superflui. Se sei tentata di liberartene definitivamente, le soluzioni più rapide e sicure per rimuovere definitivamente i peli sono il laser e la luce pulsata.


Laser e luce pulsata a confronto

Queste due tecniche di depilazione permanente distruggono definitivamente i follicoli del peli sulle diverse zone del corpo (ascelle, gambe, braccia, inguine per noi donne, ma anche torace e schiena nel caso degli uomini) in modo che non ricrescano più. 

Fino a pochi anni fa il laser era l’unica tecnica di depilazione permanente disponibile sul mercato: si fa ancora adesso ma deve essere eseguita da un medico, in genere un dermatologo. La luce pulsata invece è una tecnica più recente, che sfrutta una luce a intensità minore ma ugualmente efficace: a differenza del laser può essere fatta da un estetista specializzato, oppure a casa propria con dispositivi che però non ti garantiscono la stessa efficacia. L’ideale, se vuoi stare tranquilla, è affidarti a un professionista.

 

Come funzionano

Tutte e due le tecniche si basano sulla luce ad alta intensità, che raggiunge il bulbo del pelo nella fase “anagen” (ovvero mentre sta crescendo) e lo brucia. I peli però non crescono tutti assieme, ma a fasi alterne: per questo dovrai fare diverse sedute, a distanza di qualche settimana, per essere sicura di aver neutralizzato tutti i peli. Entrambi i trattamenti sono più efficaci se hai la pelle chiara e i peli scuri, perché la luce “individua” meglio i peli neri e la cute si scalda meno.   

Il laser emette un fascio luminoso diretto verso un punto preciso che va a colpire il pelo, attraversando la cute. Va eseguito da un medico esperto in ambulatorio, con macchinari medicali molto sofisticati che dosano l’intensità della luce. In media il trattamento con il laser è più costoso e richiede tempi più lunghi rispetto alla luce pulsata (detta anche IPL, Intense Pulsed Light) che invece emette lampi di luce intermittenti a un’intensità minore e può essere fatta dall’estetista.

 

Tempi, costi e possibili controindicazioni

Laser e luce pulsata sono due tecniche di epilazione rapide, indolori e non particolarmente costose. Il prezzo delle sedute si ammortizza negli anni rinunciando alla ceretta dall’estetista, che non sarà più necessaria. Perciò, se ci stai pensando, ecco cosa devi sapere prima di decidere a quale dei due trattamenti sottoporti. 

Le sedute non sono dolorose: potresti sentire un lieve pizzicore o notare un arrossamento dopo la seduta. È molto soggettivo. In generale, l’inguine, le ascelle e le caviglie sono parti ricche di terminazioni nervose e quindi più sensibili, perciò lì il trattamento potrebbe essere più fastidioso, sicuramente più di una veloce passata con il rasoio ma comunque molto meno di una ceretta. 

Entrambi i trattamenti sono molto sicuri: non hanno controindicazioni o rischi particolari, ma ci sono alcuni accorgimenti di cui dovrai tenere conto. Sottoponiti quando la pelle non è abbronzata, perché la pelle troppo scura tende a scaldarsi. Se hai nei o cicatrici (sui quali comunque non crescono peli) dovrai coprire la zona: sarà l’operatore stesso ad applicare una protezione adatta. 

Ci sono alcune condizioni in cui non dovresti sottoporti alle sedute di depilazione definitiva: se soffri di malattie della pelle come la psoriasi, l’acne o un eczema. Se prendi antibiotici, in gravidanza o allattamento. In alcuni casi, invece, il laser o la luce pulsata da soli non sono sufficienti e vanno integrati con l’assunzione di farmaci: se soffri di irsutismo puoi ricorrere alla luce pulsata su tutte le zone, anche sul volto (baffetti e guance), abbinando il trattamento ad una terapia ormonale che dovrà prescriverti il tuo medico. 

 

I risultati immediati e il mantenimento 

Anche se si parla di depilazione definitiva, non farti illusioni: non sono interventi miracolosi che ti renderanno glabra al 100% e i risultati non dureranno per sempre. Dopo 2 o 3 mesi dal primo ciclo di trattamento dovrai fare qualche seduta di mantenimento e tornare a sottoporti alle sedute anche dopo anni. I peli, infatti, non vengono mai estirpati del tutto ma rimane sempre una leggera peluria. Per avere la pelle perfettamente liscia, di tanto in tanto, dovresti comunque continuare a depilarti con i metodi fai-da-te.

Il numero di sedute a cui dovrai sottoporti e la loro efficacia dipende da molti fattori: il tuo fototipo, il tipo di peli (colore, diametro, densità), dalla zona da trattare, dalla tua personale reazione al trattamento.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione

Ogni giorno un nuovo trucco!

Vieni su Instagram per scoprire curiosità, trucchi per la tua casa e molto altro.

Cosa ne pensi?
INVIA
o Registrati a DonnaD per commentare.

Questo sito utilizza cookie propri e di terzi per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzando le tue preferenze e offrendoti funzionalità e contenuti pubblicitari personalizzati, anche incrociando i tuoi dati con quelli provenienti da altre fonti. Se scegli di proseguire nella navigazione, chiudi questo banner o clicca su “ACCETTA”, esprimi il consenso all’installazione dei cookie. In alternativa, seguendo questo link , potrai leggere la nostra cookie policy per esteso, nonché decidere a quali specifici cookie prestare o revocare il tuo consenso.

Accetta