MAMMA

Perché l'azalea è il fiore della festa della mamma?

LEGGI IN 2'

La seconda domenica del mese di maggio in Italia si celebra la figura materna. Un giorno per ricordarci il suo ruolo fondamentale nella società e per rivendicare i diritti che ancora nel nostro paese non sono concessi alle mamme, che devono sempre fare i salti mortali e subire discriminazioni. Ma è anche un giorno per trascorrere del tempo con la propria mamma e magari farle un regalo. Se i fiori sono sempre graditi come dono, ti sei mai chiesto perché sono state scelte le azalee come simbolo della Festa della mamma?

Innanzitutto perché sono dei fiori bellissimi, eleganti, raffinati. Una pianta originaria della Cina, dove l'azalea è il simbolo della femminilità. Ma questi splendidi fiori, che si possono trovare in tanti colori differenti, rappresentano anche la temperanza, la capacità di essere sempre moderate e tendenzialmente imparziali. E chi meglio di una mamma conosce il significato di questa parola?

Senza dimenticare, poi, che l'azalea porta anche fortuna: di solito si regalano quando una persona è in procinto di affrontare un impegno importante, per poterle augurare che la buona sorte possa sempre esserle accanto.

Nel linguaggio dei fiori l'azalea ha un forte significato femminile, un richiamo alla donna, in particolare alla donna più importante della nostra vita. Simboleggia anche l'amore più puro che possa esistere, quello materno.

In Italia le azalee, che si possono coltivare anche in giardino, oltre che in vaso negli ambienti migliori della casa, hanno un altro valore aggiunto. Da anni, ormai, sono la pianta che si regala nel giorno della Festa della mamma, grazie alla campagna di Fondazione AIRC che, a fronte di un contributo di 15 euro, propone questa piantina come perfetta idea regalo. Tutto il ricavato viene poi devoluto alla ricerca sul cancro femminile, per aiutare i ricercatori a trovare nuove modalità di diagnosi precoci e cure sempre più efficaci.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione