SCUOLA DI CUCINA

Come cucinare gli asparagi bianchi al vapore con i tempi di cottura giusti

LEGGI IN 2'

Spesso si pensa che gli asparagi bianchi siano una varietà di asparago particolare, completamente differente dalla più famosa versione verde. In realtà si tratta dello stesso tipo di ortaggio, che tuttavia è stato coltivato in modo che non fosse mai toccato dal sole e quindi non attivasse i normali processi di fotosintesi clorofilliana, quelli che appunto donano il colore.

Questo fa sì che gli asparagi bianchi siano quindi non solo candidi, ma anche più delicati come sapore, diventando la verdura primaverile prediletta da chi non ama i gusti troppo forti. Esattamente come quelli verdi, anche gli asparagi bianchi possono essere cucinati in molti modi diversi, così da accompagnare riso, pasta o secondi di uova o carne.

In particolare, se desideriamo un contorno leggero e buono, possiamo cucinare gli asparagi bianchi al vapore in modo semplice e veloce. In questo modo possiamo portare in tavola un piatto che mantiene le sue proprietà nutritive e organolettiche quasi intatte e godere del suo sapore.

Ma come si preparano quindi gli asparagi bianchi al vapore? Il primo passaggio è tagliare il fondo più coriaceo ed eventualmente usare un pelaverdure per limare il fusto dell'asparago nella sua parte finale, che può presentarsi più dura rispetto alle punte e quindi più difficile da cuocere in maniera omogenea.

Mettiamo gli asparagi bianchi nel cestello del vapore e appoggiamolo sopra ad una pentola piena di acqua, avendo cura che quest'ultima sia ben distante dalla verdura e non la tocchi. Sistemiamo il coperchio e portiamo ad ebollizione. Da questo momento calcoliamo 5-10 minuti di cottura.

I nostri asparagi bianchi non necessitano infatti di grandi tempi per essere cotti a puntino e sta comunque a noi capire quanto li preferiamo morbidi o un pochino più croccanti. Una volta pronti tiriamo via il cestello del vapore dalla pentola e mettiamo gli asparagi nei piatti o sul piano da lavoro se vogliamo tagliarli per farne un'insalata tiepida.

Condiamo a piacere con olio extravergine di oliva, sale e pepe per un contorno semplice. In alternativa, se desideriamo un pizzico di gusto in più, usiamo un velo di besciamella o ancora una spruzzata di succo di limone e scaglie di grana o altro formaggio stagionato.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione