IN FORMA

Acido folico: a cosa serve e in quali alimenti è presente

LEGGI IN 2'

Lo conosciamo col nome di acido folico, ma è famoso anche come folacina o vitamina B9 e si tratta di un elemento importante per la salute del nostro organismo. Le future mamme lo sanno, durante i meravigliosi nove mesi di gestazione, il suo fabbisogno aumenta e spesso il ginecologo suggerisce di integrare questa provitamina con supplementi.

Il motivo è molto semplice, in quanto l’acido folico è essenziale nella regolazione dei ritmi di crescita cellulare, ma non solo. La vitamina B9 è infatti responsabile della sintesi e riparazione di DNA e RNA, ma svolge anche importanti funzioni di tutela del sistema nervoso centrale e partecipa allo sviluppo del cervello nei bambini.

Alcuni studi hanno persino correlato la carenza di acido folico nelle mamme in gestazione ad un maggiore rischio di autismo. Senza considerare che si è recentemente visto che nei pazienti con artrite reumatoide, la tradizionale terapia farmacologica poteva essere ridotta nei suoi effetti collaterali, proprio assumendo integratori di folacina.

Ma, come detto, il primo modo per assumere la vitamina B9 è attraverso gli alimenti, perciò è bene non farsi mai mancare nel menù settimanale alcuni cibi che ne sono ricchi. I legumi, ad esempio, sono un alimento vegetale che è fonte importante di acido folico, con fagioli e lenticchie che apportano una considerevole quantità di questo elemento.

Se infatti la razione giornaliera raccomandata di folacina per un individuo adulto è di circa 400mcg, una porzione di lenticchie cotte può coprire quasi il 90% del fabbisogno. Ottime anche le barbabietole, ricche anche in manganese, che contengono circa 150mcg di folati, a patto però che siano consumate crude.

Il fegato di manzo contiene invece, per una porzione, circa 200mcg di folacina, in pratica la metà della dose quotidiana raccomandata. Da non dimenticare anche l’avocado maturo, ricco anche di potassio e vitamina K, che riesce a coprire circa il 40% della RDA ci acido folico, arrivando a circa 160mcg di questo elemento.

Molti tipi di cereali poi vengono fortificati proprio con vitamina B9, rendendone più semplice l’assunzione. In commercio possiamo trovare pane, pasta e muesli arricchiti, così da assumere più facilmente la giusta quantità di folacina.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione

Ogni giorno un nuovo trucco!

Vieni su Instagram per scoprire curiosità, trucchi per la tua casa e molto altro.

Cosa ne pensi?
INVIA
o Registrati a DonnaD per commentare.

Questo sito utilizza cookie propri e di terzi per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzando le tue preferenze e offrendoti funzionalità e contenuti pubblicitari personalizzati, anche incrociando i tuoi dati con quelli provenienti da altre fonti. Se scegli di proseguire nella navigazione, chiudi questo banner o clicca su “ACCETTA”, esprimi il consenso all’installazione dei cookie. In alternativa, seguendo questo link , potrai leggere la nostra cookie policy per esteso, nonché decidere a quali specifici cookie prestare o revocare il tuo consenso.

Accetta