INTERNI

Un open space giovane, con bancone all'americana

Due ambienti separati della zona giorno vengono reintegrati, demolendo le pareti che racchiudono la cucina in un difficile spazio ad angolo. Si ottiene, così, un ambiente aperto, moderno e luminoso, particolarmente comodo in rapporto allo spazio disponibile.
LEGGI IN 3'

Il progetto valuta in primo luogo la migliore organizzazione delle zone funzionali e degli arredi, per avere una zona relax più raccolta, con un orientamento delle sedute dei divani ottimale alla fruizione contemporanea del camino esistente e della televisione. Quindi prevede di collocare il televisore presso il camino, formando con questo un angolo nella zona che separa la cucina dal soggiorno e di disporre di fronte i divani, anch’essi a formare un angolo, secondo la diagonale individuata dai primi due elementi basilari.

Ecco, allora, l’idea di integrare lo spazio televisione con un elemento di separazione fra soggiorno e cucina che però, secondo le indicazioni del committente, non implichi la chiusura totale.

Questo elemento cardine del progetto si configura proprio come una penisola (di altezza 110/120 cm), con struttura di sostegno in legno a forma di “[” e ripiano sagomato, di larghezza pari a 90cm; esso, infatti, consente dal lato soggiorno di ottenere un vano ospitante il televisore su carrellino mobile e dal lato cucina di adoperare il ripiano lievemente sporgente come bancone all’americana, corredato da sgabelli alti, per spuntini veloci e pasti informali.

La penisola-bancone, quindi, oltre a formare un vano-tv ed un piano all’americana, assume anche la funzione di filtro e scherma la zona pranzo vera e propria, rispetto alla visuale dei divani, evitando chiusure più rigide a tutt’altezza e dando all’intero ambiente un carattere particolare di dinamica modernità.

La parete a sinistra della porta d’ingresso risulta completamente libera, per ospitare un capiente mobile alto da soggiorno, con moduli chiusi o aperti, separato, rispetto all’entrata, da un tramezzo ortogonale di circa 60 cm di larghezza. Dal lato opposto il tramezzo può ospitare un appendiabiti e, insieme ad un muretto basso, simmetricamente collocato a destra della porta, forma un piccolo ingresso semiaperto.

La zona cucina è comodamente alloggiata nello spazio ad angolo che termina con la penisola-bancone e può contenere un lavello da 150 cm di ingombro, con vano lavastoviglie, un blocco cucina e forno da 60 cm, il frigo ed un piano di lavoro ad “L” più tutti i pensili sulla stessa linea. Completa l’arredo un mobile-credenza sagomato da un lato, che, con la linea obliqua della parte terminale, invita all’accesso nella zona pranzo e si pone con un gradevole impatto percettivo da tutte le prospettive del soggiorno.

Poiché il committente ci chiede un consiglio anche sulle finiture e i colori degli arredi, precisando che il pavimento esistente è in ceramica bianco-panna, proponiamo un gradevole accordo con pareti giallo paglierino, che mettono in risalto la luminosità dei pezzi di cucina e dei divani, di un giallo più solare.

Molto suggestivo inoltre l’effetto che si ottiene inserendo in tale quadro mobili contenitori e porte in ciliegio, contornati da cornici molto scure e ripiani di penisola e tavolo da pranzo in legno di wengè.

Come si vede nelle immagini virtuali tridimensionali, si ha un’immagine complessiva dell’ambiente, di gusto misurato ma deciso, con gran parte delle superfici chiare e alcuni stimolanti tocchi di colore. Questo per soddisfare le esigenze di chi desidera un habitat su misura, dove confrontarsi con la propria fantasia e il proprio gusto in una luminosa atmosfera, ricca di possibilità spaziali e decorative.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione