IN FORMA

Indolenzimento muscolare a insorgenza ritardata dopo l'allenamento, da che cosa dipende?

Prima di fare sport è importante un po' stretching statico perché la conseguenza potrebbe essere l'indolenzimento muscolare ritardato, che si manifesta anche un paio di giorni dopo l'allenamento.
LEGGI IN 2'

È normale dopo un allenamento essere un po' indolenziti. Il problema è quando ti svegli dopo una paio di giorni con un dolore atroce ai muscoli. In questo caso si tratta di indolenzimento muscolare a insorgenza ritardata (DOMS ovvero Delayed Onset Muscle Soreness) ed è un disturbo che colpisce spesso gli sportivi e non ha nulla a che vedere con il rilascio di acido lattico. Da che cosa dipende, è normale? Per avere un'idea dalla causa dobbiamo immaginare che durante gli esercizi si lesionano le fibre muscolari - nonostante non ci sia consapevolezza - e, nel periodo di riposo, si sviluppa uno stato di infiammazione. E quindi si ha dolore. Si tratta di un danno al tessuto muscolare da non confondere con lo strappo.

Quali sono gli esercizi che possono causare DOMS

Se esegui sempre gli stessi esercizi con lo stesso carico non avrai problemi di questo genere. A causare l'indolenzimento sono gli sforzi nuovi e una tensione elevata nella fase di allungamento. È anche tipico di chi inizia all'improvviso a fare sport e parte con un allenamento troppo intenso per la sua forma fisica e forza muscolare. Questo problema non è legato a un esercizio specifico, ma è più probabile con le serie – tipo gli squat – che coinvolgono la parte inferiore del corpo, a causa della presenza di grandi gruppi muscolari – in particolare i quadricipiti, muscoli posteriori della coscia e glutei.

Come si previene?

Sicuramente evitando le esagerazioni, facendo sempre allenamenti equilibrati e dando al corpo il tempo di recuperare. È poi importante fare riscaldamento, magari con dello stretching statico e non dinamico. Un pre-allenamento serve a facilitare il flusso di sangue. Inoltre, non ti devi mai dimenticare di idratarti. Gli elettroliti presenti nell'acqua aiutano a regolare i battiti cardiaci e le contrazioni muscolari.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione

Ogni giorno un nuovo trucco!

Vieni su Instagram per scoprire curiosità, trucchi per la tua casa e molto altro.

Cosa ne pensi?
INVIA
o Registrati a DonnaD per commentare.

Questo sito utilizza cookie propri e di terzi per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzando le tue preferenze e offrendoti funzionalità e contenuti pubblicitari personalizzati, anche incrociando i tuoi dati con quelli provenienti da altre fonti. Se scegli di proseguire nella navigazione, chiudi questo banner o clicca su “ACCETTA”, esprimi il consenso all’installazione dei cookie. In alternativa, seguendo questo link , potrai leggere la nostra cookie policy per esteso, nonché decidere a quali specifici cookie prestare o revocare il tuo consenso.

Accetta