BELLEZZA

Acido lattico per la pelle, quali sono le proprietà?

Per eliminare le cellule morte e idratare in profondità la pelle del viso, si possono sfruttare le proprietà dell'acido lattico. Ecco come utilizzarlo, soprattutto se si è intenzionati a fare dei peeling chimici.
LEGGI IN 2'

Sono numerosi i principi attivi utilizzati per rendere più bella e giovane la pelle. Sono tutti efficaci? Ovviamente no. C'è però di buono che la scienza e i laboratori di dermocosmesi sono sempre alla ricerca di qualcosa di nuovo, che renda la cute più elastica e rallenti i segni del tempo. Tra gli esfolianti più in voga, spunta l'acido lattico.

Come l'acido glicolico è un alfa-idrossi acido (AHA), tuttavia, ha un'azione idratante maggiore rispetto a quello glicolico e dà meno irritazioni. L'acido lattico è quindi consigliabile a chi ha una carnagione chiara e molto sensibile. È naturalmente presente nel latte, ha una struttura chimica più grande dell'acido glicolico e non influisce sullo spessore della pelle. Questo prodotto, infatti, penetra in profondità come l'acido salicilico (beta-idrossi acido BHA) ma elimina le cellule morte lasciando la cute più radiosa e liscia.

Peeling chimici, chi li fa e quando?

I peeling chimici a resistenza massima possono essere eseguiti solo un professionista (possibilmente un dermatologo) e ovviamente si fanno raramente. Non è un trattamento di bellezza che puoi mettere in agenda tutti i momenti. Non più di una volta l'anno e possibilmente non nella stagione estiva, perché bisogna evitare di prendere il sole. Potreste invece fare a casa dei peeling chimici leggeri acquistando dei prodotti a base di acido lattico.

Siero e crema a base di acido lattico

In alternativa ai peeling chimici, ci sono i sieri e le creme a base di acido lattico. Sono prodotti che hanno un'eccellente azione idratante. Se hai la pelle molto sensibile, scegli le formulazioni dove la concentrazione di AHA è inferiore, per evitare irritazioni. Il consiglio comunque è quello di fare un test preventivo sull'avambraccio.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione

Questo sito utilizza cookie propri e di terzi per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzando le tue preferenze e offrendoti funzionalità e contenuti pubblicitari personalizzati, anche incrociando i tuoi dati con quelli provenienti da altre fonti. Se scegli di proseguire nella navigazione, chiudi questo banner o clicca su “ACCETTA”, esprimi il consenso all’installazione dei cookie. In alternativa, seguendo questo link , potrai leggere la nostra cookie policy per esteso, nonché decidere a quali specifici cookie prestare o revocare il tuo consenso.

Accetta