COSA MANGI?

Zuppa di miso, le proprietà e la ricetta per prepararla

LEGGI IN 2'

La zuppa di miso è un vero classico della cucina orientale. Veloce nella sua preparazione basica, è anche un delizioso piatto caldo da consumare in inverno per proteggere il fisico dagli attacchi del freddo, migliorando la qualità delle proprie difese immunitarie.

Questo prodotto è infatti ricco di proprietà benefiche, grazie al suo ingrediente principale, il miso appunto, una pasta di soia fermentata, unita a sale e fungo Koji (Aspergillus oryzae), con l'addizione di orzo, ma anche riso e altri cereali. La fermentazione va da un minimo di tre mesi fino anche ai 2-3 anni, tempo durante il quale la pasta di miso diventa una fonte di enzimi importanti per la nostra salute.

Disintossicante per l'organismo, grazie alla presenza del Zybicolin, acido dipicolinico prodotto dalle spore batteriche, il miso agisce su più fronti per garantirci benessere e forza fisica. Da una parte ci aiuta ad eliminare dal corpo tossine, sostanze chimiche dannose assunte con i cibi industriali e dall'altra dona sprint alla nostra flora batterica, la vera arma di difesa contro le malattie.

Come si prepara la zuppa di miso, la ricetta

Innanzi tutto dovremo acquistare la pasta di miso, facilmente reperibile nei grandi supermercati che vantano un'area di cibo etnico. Il costo è mediamente basso, perciò se abbiamo un po' di scelta preferiamo prodotti con soia certificata non OGM e non pastorizzati, in modo da poter contare su tutte le proprietà benefiche di questo ingrediente.

Anche se la cucina asiatica utilizza il miso per zuppe ricche di ingredienti, il modo migliore per ottenere benefici dalla sua assunzione è di consumarlo nel modo più "slegato" possibile. Mettiamo a scaldare mezzo litro di brodo di verdure e quando sarà caldo ma non bollente, preleviamone una mestolata e versiamola in una ciotolina con mezzo cucchiaino raso di pasta di miso.

Mescoliamo per far sciogliere bene, poi ritravasiamo nel brodo, che intanto avremo trasferito lontano dal fornello. Infine consumiamo, preferibilmente un quarto d'ora prima della cena.

Ovviamente la zuppa di miso può essere resa più gustosa grazie all'aggiunta di noodles, funghi, alghe, spezie e pezzetti di pesce essiccato, diventando un pasto completo (qui in basso il video). In questo modo però l'uso del miso diventa meno curativo e più insaporente.

In ogni caso è bene ricordarsi di non farlo mai bollire e di aggiungerlo al brodo solo quando è caldo-tiepido e non appena tirato via dal fuoco. In questo modo preserviamo gli enzimi, tanto benefici per il nostro organismo.

 

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione